Bertolini:
© www.imagephotoagency.it
0

Bertolini: "Queste ragazze meritano il professionismo"

Il ct della nazionale azzurra ha chiesto di fare dei passi avanti nel riconoscimento del calcio femminile e sul bilancio nella competizione ha aggiunto: "Usciamo a testa alta, le ragazze hanno fatto un Mondiale eccezionale"

sabato 29 giugno 2019

VALENCIENNES (Francia) - "Il calcio femminile da ora sarà diverso in Italia. Per chi ha compiti decisionali è arrivato il momento di prendere decisioni: queste ragazze si meritano il professionismo e opportunità diverse". Sono le parole del commissario tecnico della nazionale italiana di calcio femminile Milena Bertolini al termine della sconfitta nei quarti di finale dei Mondiali contro l'Olanda che estromette le azzurre dalla rassegna. "Usciamo a testa alta, le ragazze hanno fatto un Mondiale eccezionale. Anche oggi hanno fatto una grande partita, contro un avversario forte, sono molto orgogliosa di loro", ha evidenziato il ct della nazionale commentando la sfida contro le campionesse d'Europa in carica. Poi ha aggiunto: "Se non sfrutti le occasioni, se non sei cinica, poi diventa difficile, ma le ragazze hanno fatto vedere tutto il loro valore"

Italia-Olanda 0-2: le azzurre si arrendono alle Orange

Bertolini: "Questo è un punto di partenza per futuro"

"Ogni sconfitta insegna qualcosa, ma abbiamo fatto vedere tutte le cose positive che stiamo facendo. Le lacrime ci stanno, le emozioni, ma ora devono vedere la cosa bella che questo è un punto di partenza per il loro futuro", ha proseguito Bertolini. Il ct della nazionale italiana ha ribadito, infine, l'urgenza di fare dei passi avanti nel riconoscimento del calcio femminile. "Le azzurre hanno giocato contro colleghe che hanno opportunità diverse - ha sottolineato Bertolini - le olandesi sono professioniste, è stata una partita non alla pari da questo punto di vista".

Bonansea: "Svanito sogno ma questo è il calcio"

Al termine della sfida di Valenciennes anche Barbara Bonansea si è fermata a commentare a caldo il ko contro l'Olanda senza nascondere il rammarico per il mancato accesso alle semifinali e il sogno qualificazione ai prossimi Giochi Olimpici sfumato: "Speravamo di poter arrivare alle Olimpiadi, non è stato così. Oggi è stata dura, ma ora speriamo che questo sogno possa andare avanti che tutti continueranno a seguirci perchè ne abbiamo bisogno. Speravamo tanto di poter arrivare fra le prime quattro, partivamo molto più indietro. Ce la siamo giocata, ma abbiamo preso due gol su palle inattive e poi piangi perchè hai passato due mesi tutte insieme, creando un feeling particolare. E' svanito un sogno, ma sono contenta che abbiamo fatto questo tutte insieme. Non conta chi segna, importante era vincere. Oggi non siamo riusciti a buttarla dentro, ci dispiace ma è il calcio", ha concluso Bonansea.

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

La Prima Pagina