Milan, Berlusconi vuole la Champions: la strana storia di Mihajlovic

Sabato 20 febbraio, Silvio Berlusconi festeggerà il suo trentesimo anniversario da Presidente del Milan. Il numero uno di via Aldo Rossi vuole la qualificazione alla Champions League.

Milan, Berlusconi vuole la Champions: la strana storia di Mihajlovic© ANSA

MILANO- Mancano pochi giorni al trentesimo anniversario di “matrimonio” di Silvio Berlusconi con il suo Milan. Sotto la sua presidenza il club rossonero ha vinto tutto in Italia, in Europa e nel mondo. Gli ultimi, però, sono stati anni molto duri per il Diavolo che, attualmente nonostante un buon avvio di 2016, naviga al sesto posto in classifica a meno sei dalla zona Champions League e soprattutto a meno 14 dal primo posto occupato dalla Juventus dell’ex bistrattato tecnico Massimiliano Allegri. Mihajlovic e Galliani sono ottimisti sulla possibilità di arrivare in Champions League, meno la figlia Barbara. Il numero uno del club si augura che alla fine ad avere torto sia sua figlia che, qualche giorno prima del derby, aveva parlato di Europa League come obiettivo reale.

IL GRANDE REGALO- Berlusconi vorrebbe un regalo per questo anniversario: pranzare con la squadra a Milanello, sabato 20, approfittandone per chiedere a Mihajlovic di vincere tutte le partite fino al termine della stagione. Il Presidente rossonero non ha mai fatto mistero e non ha mai nascosto il suo disappunto per l’andamento del Milan in questa stagione. Mihajlovic è sempre stato messo in discussione tanto che, ad ogni partita, si parlava di ultima spiaggia e di esame finale per il tecnico serbo. Marcello Lippi è stato accostato con insistenza al Milan, fino a un mese fa, e Berlusconi era pronto a cambiare da subito. Il buon andamento delle ultime settimane sembra aver dato vigore e fiducia anche al Cavaliere che ora si aspetta un bel cadeau da parte dei suoi ragazzi.

DA ESONERATO A SALVATORE DELLA PATRIA? Sinisa Mihajlovic ha in mano il suo destino: in caso di qualificazione alla prossima Champions League salverà la panchina e continuerà a guidare la squadra anche nella prossima stagione. In alternativa, il raggiungimento della finale e soprattutto la vittoria della Coppa Italia potrebbe convincere Berlusconi a puntare ancora sull’ex tecnico di Sampdoria e Fiorentina. Di contro, se il Milan non dovesse né vincere la Coppa Italia, né concludere la stagione al terzo posto, Mihajlovic sarà esonerato. Berlusconi vuole che la squadra provi a vincerle tutte fino a fine stagione, il tecnico serbo, per fare questo, ha bisogno di un grande aiuto da parte dei suoi ragazzi. La strana storia di Sinisa Mihajlovic: da allenatore perennemente in bilico a salvatore della patria.

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...