Sprint Toro per Vainqueur, l'affondo grazie a... Zappacosta

Il terzino destro è a un passo dal Sassuolo che lo corteggia da tempo: si può chiudere già dopo l’Europa League di domani sera

Sprint Toro per Vainqueur, l'affondo grazie a... Zappacosta© Marco Canoniero

TORINO - Il Torino, anche se il count down è entrato nella fase calda dei numeri rossi, oggi segna meno 8 alla fine della sessione di mercato, non deroga al proprio convicimento base, la pietra filosofale del mercato granata: prima vendere e poi comprare. E dunque deve muoversi prima qualcosa in uscita prima che avvenga qualcosa sul fronte delle entrate. Bene, se della doppia operazione Maksimovic- Vida si parla a parte, ecco che si sta per concretizzare un’altra situazione simile, destinata a portare in casa granata il tanto atteso regista, ovvero colui che, piazzato davanti alla difesa, ha il compito di accendere il gioco in fase di possesso palla e aiutare la difesa con gli avversari che attaccano a pieno organico. Rispettando la pietra filosofale granata iniziamo proprio dalla pedina che è a un passo dal salutare Mihajlovic e compagni, ovvero Davide Zappacosta. L’arrivo del sampdoriano De Silvestri ha rivoluzionato le gerarchie e l’ex atalantino ha tutta l’intenzione di trovare una sistemazione che gli consenta di avere più possibilità di essere utilizzato.

TUTTO SUL TORINO

Con il nuovo posizionamento di Zappacosta rispetto alla lista di gradimento di Mihajlovic, ha deciso di avanzare il proprio affondo il Sassuolo, da tempo interessato al giocatore granata. Gli emiliani sono pronti a chiudere probabilmente già in questi giorni, a ridosso della seconda giornata di campionato. Probabile che i neroverdi decidano di fare scorrere il tempo che porterà al ritorno di domani dei playoff di Europa League contro la Stella Rossa, quindi venerdì potrebbe diventare il giorno deputato per il cambio di maglia. L’operazione si potrà chiu-dere con un bonifico di sette milioni di euro nelle casse del Torino che consentirebbero anche una discreta plusavalenza. Ma al di là di questo dato economico, passiamo subito al cosiddetto “punto B”, ovvero chi arriva. Come si è scritto, oltre a un difensore di qualità si vuole alzare l’asticella in mezzo al campo, cercando un regista. Bene, è emerso che il Torino ha allacciato nuovi rapporti con una società “amica” come la Roma per verificare la fattibilità di un trasferimento che permetterebbe a Mihajlovic di disporre di luce più intensa a metà campo. Come? Con l’arrivo del francese William Vainqueur, 27 anni, della Roma, dotato di visione di gioco e 0piedi gentili, con un’esperienza maturata anche nella Dinamo Mosca e nello Standard Liegi. Il giocatore costa intorno ai sette milioni di euro ma su di lui hanno iniziato a suonare sirene dalla Premier League per cui sarà importante convincerlo sul progetto tecnico granata, dove potrebbe rivestire un ruolo importante e quindi trovare quel minutaggio che è stato avaro nella scorsa stagione: il ragazzo, a causa anche della folta concorrenza, ha collezionato in stagione 21 gettoni tra campionato e Coppe.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...