Tuttosport.com

Emre Can: Juve, ci vediamo il 1° febbraio
© PA

Emre Can: Juve, ci vediamo il 1° febbraio

Marotta vuole evitare un altro caso Witsel: ha l'intesa con gli agenti e non perderà tempo

twitta

sabato 2 settembre 2017

di Antonino Milone

TORINO - Da Togo (fino a domani) alla Guinea (31 ottobre) il mercato è ancora aperto in giro per il mondo, ma ad Emre Can tutto questo non interessa granché. Né il Liverpool è intenzionato a privarsi del suo gioiello prima di giugno quando al tedesco scadrà il contratto. Ecco perché il triangolo fra il centrocampista, gli inglesi e la Juventus promette di riaccendersi e nessuno potrà sostenere di non averlo considerato. Talmente chiara è la situazione: il ragazzo, confortato dal feeling con i dirigenti bianconeri, non avrebbe problemi a raggiungere i campioni d’Italia a partire dalla stagione 2018-19; i Reds non faranno storie visto che, a meno di una sorprendente giravolta con proposta di rinnovo in allegato, non avranno più il controllo del cartellino; la Juve non vede l’ora di fiondarsi sulla preda, coccolata per mesi. Marotta e Paratici, per evitare un Witsel bis, hanno provato a scavare una breccia nel fortino del Liverpool, resistente a tutti gli assalti. E il corteggiamento riprenderà presto: nel nuovo anno ogni giorno sarà buono per accelerare la pratica. Difficile che gli inglesi mollino Emre Can nel mezzo della stagione pur di incassare qualche pound, più probabile che da febbraio - quando il calciatore sarà libero - gli uomini mercato bianconeri tornino a contattare gli agenti del nazionale tedesco.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Tags: Calciomercato JuventusLiverpool

Tutte le notizie di Calciomercato

Approfondimenti

Commenti