Tuttosport.com

Juve, i quarti di Champions valgono 55 milioni
© LAPRESSE
0

Juve, i quarti di Champions valgono 55 milioni

A tanto ammontano i ricavi tra premi Uefa e botteghino, se i bianconeri vincono Coppa e Supercoppa: finora ne ha incassati 90

 Marina Salvetti sabato 23 febbraio 2019

TORINO - Il crollo del titolo Juventus in Borsa all’indomani della sconfitta contro l’Atletico Madrid fa capire quanto i risultati sportivi possano incidere sull’andamento economico di un club di calcio. Un calo di questa portata (-11,11%) rappresenta nella capitalizzazione, secondo il Sole 24 Ore, una perdita ingente, pari a circa 160 milioni. Molti meno saranno invece i milioni ai quali la Juventus dovrebbe rinunciare se tra 17 giorni Chiellini e compagni non riuscissero a ribaltare il 2-0 del Wanda Metropolitano e qualificarsi ai quarti di Champions League. La cifra si aggirerebbe intorno ai 55 milioni nell’ipotesi migliore, quella in cui la Juventus vincesse la finale e pure la Supercoppa europea, con l’incognita però della Roma e del market pool che dipende dal numero di partite giocate dalle squadre della stessa nazione. Pur sempre un gruzzolo di tutto rispetto, utile non tanto per finanziare l’investimento e lo stipendio di Cristiano Ronaldo (per quello la scorsa settimana la società di Andrea Agnelli ha lanciato un prestito obbligazionario per 175 milioni riservato soltanto agli investitori istituzionali), quanto per intervenire in maniera decisa sul mercato estivo e poter concorrere con le principali rivali europee sugli obiettivi utili per rafforzare la rosa. Una somma che renderebbe ancora più amara l’eventuale eliminazione perché, accanto al discorso economico, c’è quello sportivo e mai come quest’anno l’arrivo di CR7 ha fatto sperare tutto l’ambiente juventino che sia la stagione giusta per riportare la Champions League a Torino.

RICAVI CHE SFUMANO - Salutare la Coppa dalle grandi orecchie agli ottavi, e cioè con tre turni in anticipo rispetto all’ultimo atto, la finale del 1° giugno a Madrid, proprio al Wanda Metropolitano, significa interrompere il flusso dei premi che l’Uefa garantisce con le qualificazioni: 10,5 milioni per i quarti, 12 milioni per la semifinale, 15 per la finale e 4 per la squadra che alza la Coppa. Un filotto niente male al quale occorre aggiungere anche gli incassi del botteghino per i quarti e la semifinale: abbiamo calcolato un introito medio di 4 milioni a partita, prendendo come punto di riferimento la sfida casalinga contro il Manchester United, la più avvincente nella fase a gironi, che ha portato nelle casse bianconere 4,2 milioni. Infine bisogna conteggiare anche la Supercoppa europea, in programma il 14 agosto al Vodafone Arena di Instabul, che riserverebbe 4,5 milioni al vincitore (un milione in meno per l’altra finalista).

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Champions League Juventus

Commenti

Calciomercato in Diretta

La Prima Pagina