Tuttosport.com

Sarri, ecco la sua nuova Juve: gioco, vigore e 4-3-3 mobile

0

Al Chelsea il tecnico è cresciuto derogando ad alcuni dogmi, dal sistema al turnover. L’utilizzo di un interno “alla Pogba” tra le risorse da sfruttare. Il rischio: puntare a tutto, ma subendo più gol

di Antonino Milone lunedì 17 giugno 2019

Sarri non è un integralista incondizionato del 4-3-3

Sarri non deroga alla difesa a 4, ma non è un integralista incondizionato del 4-3-3. O meglio (e lo si è visto nell’unica stagione londinese), è quello il sistema di gioco di partenza, ma il nomadismo del trio di centrocampo comporta novità: c’è il regista di qualità (Jorginho, ora Pjanic), mentre una delle due mezze ali solitamente è un incursore a sostegno della fase offensiva. A Londra il compito toccava molto spesso a Kovacic, si aggiunga il costante movimentismo di Hazard e Pedro per far sì che il 4-3-3 di base viri in un 4-2-3-1 utile a non abbandonare Giroud, la punta.

Juve, Pogba nel 4-3-3 di Sarri

Nella Juve che verrà l’interno assaltatore sarebbe Pogba, con Ramsey utile fin sulla trequarti, mentre la versatilità di Bernardeschi e degli altri esterni-fantasisti tornerebbe utilissima come sbocco per l’attaccante bomber: Ronaldo vero 9? Icardi? Higuain?

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna di Tuttosport

juve Sarri

Caricamento...

Calciomercato in Diretta

La Prima Pagina