Mandzukic sempre più in uscita: Barcellona caldo, lui spera nel Bayern Monaco

Il Borussia Dortmund non insiste e la pista esotica non tenta l’attaccante croato della Juve

Mario Mandzukic© Getty Images

TORINO - Le ultime tracce di Mario Mandzukic sono lontane dieci giorni esatti. Sabato 17 agosto il croato entra a mezz’ora dalla fine dell’amichevole di Trieste nel momento in cui i giuliani dimenticano di essere sotto di due categorie rispetto alla Juventus e per poco non pareggiano. A Parma, invece, l’attaccante rimane in panchina e anche se una fetta consistente del popolo bianconero rimpiangerebbe la sua partenza, il fatto che al Tardini non sia entrato non ha stupito quasi nessuno. E non è una questione legata alle qualità tecniche del calciatore. Indiscutibili, quelle, al pari delle considerazioni fatte ai piani alti del club campione d’Italia e di concerto con Maurizio Sarri: Mandzukic nel nuovo progetto non ha futuro. Soprattutto, non è un titolare. Una condizione del genere non può soddisfare l’ego giustamente sterminato di mister 27 titoli, Champions League inclusa. No good, direbbe lui, non gli basta aver sollevato anche il trofeo maledetto per la Juve. E quindi anche il croato, dopo quattro stagioni di onorata carriera, sta cercando altro, da un pezzo.

Gentile: "Icardi? La Juve dovrebbe prenderlo"
Guarda il video
Gentile: "Icardi? La Juve dovrebbe prenderlo"

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...