Chong, la Juve ci prova: come con Pogba nel 2012

Il forte olandese ha il contratto in scadenza a giugno: centrocampista centrale o esterno, è un mancino dalla forza fisica straripante

© AFPS

La strada già percorsa 8 anni fa da Paul Pogba, da Manchester (United, per la precisione), a Torino, potrebbe presto essere ripercorsa da Thait Chong. Non che la Juventus abbia grande fortuna con i giocatori dalla capigliatura esuberante come lui, quando negli Anni 80 venne di fatto preso Ruud Gullit quest'ultimo rifiutò il prestito altrove, si sentiva pronto per una grande squadra e il Milan lo accontentò. Tutti sanno come è andata successivamente. Questa volta sembra che il quasi vent'enne, centroamericano, nato a Willemsted sull'isola di Curaçao, abbia scelto che il suo futuro - cosi come successe al suo illustre predecessore, che probabilmente qualche parola buona l'ha spesa - sarà lontano da Manchester. Il contratto scade a fine anno, e al momento l'ipotesi di un rinnovo è lontana. E la Juventus tra i club interessati sarebbe in pole position. Finora, peraltro, tutto quello che Chong ha detto sul suo futuro è che "è ancora presto per una decisione", il che conferma che valutazioni sono in corso e che le scelte sono sul tavolo, e di certo non si è trattato di un giuramento di eterno amore alla grande decaduta del calcio inglese.

 

Chong gioca da centrale o sulla fascia sinistra

ANALOGIE - Le analogie con Gullit non si fermano ai capelli: mediano dotato di grande forza fisica, Chong gioca da centrale o sulla fascia sinistra (posizione in cui è stato sfruttato in prima squadra). Mancino naturale, nelle categorie giovanili grazie soprattutto all'esuberanza fisica ha risposto positivamente sia in ruoli maggiormente difensivi che di costruzione del gioco. In prospettiva è un giocatore da scoprire e capire, perché il precoce sviluppo fisico sicuramente ne ha influenzato le prestazioni fino a questo punto della carriera.

Leggi l’articolo completo sull’edizione odierna di Tuttosport

Prima di tutto. Juve da record! Belotti, appello al Toro
Guarda il video
Prima di tutto. Juve da record! Belotti, appello al Toro

Commenti