Lazio, rientrata la crisi Acerbi: il difensore avrà il rinnovo e l'aumento

Tare lavora anche alle cessioni: Lukaku al Leeds e Badelj al Genoa. Per la difesa l'obiettivo numero uno resta Kumbulla

© Getty Images

ROMA - Muriqi e Fares ormai alle porte (lunedì in Paideia sono previste le visite), affari entrambi andati in porto. La settimana prossima Simone Inzaghi avrà modo di conoscerli e impostare con loro il programma di inserimento. Ora per la Lazio è tempo di sfoltire la rosa per poi tornare ad aggredire il mercato con il botto finale. Sul fronte delle cessioni, si sta spingendo Badelj al Genoa. Per lui sarebbe pronto un contratto triennale da 1.5 milioni a stagione, ma lui nicchia, tra i club invece l’accordo è sulla base di un prestito con obbligo di riscatto a circa 5 milioni. Per Lukaku c’è un interessamento del Leeds di Bielsa.

Lazio, Acerbi e Simone Inzaghi a colloquio
Guarda la gallery
Lazio, Acerbi e Simone Inzaghi a colloquio

Inzaghi vuole un centrocampista di qualità e un difensore da affiancare da subito ai titolari Acerbi, Luiz Felipe e Radu. Il nome in cima alla lista è sempre Kumbulla, per il quale la Lazio è disposta a sborsare 16-18 milioni più André Anderson. Piace il tedesco classe ‘95 Marc-Oliver Kempf in scadenza nel 2022 con lo Stoccarda. La Lazio segue anche Izzo e Kim Min Jae. Pare rientrata la crisi con Acerbi. Ieri il difensore, con il suo agente Pastorello, ha incontrato il ds Igli Tare. Avrà il rinnovo a cifre importanti ma non a 3.5 milioni a stagione come chiedeva: 2.5 più bonus presenze. Per il centrocampo torna di moda il nome del Mudo Vazquez.

Immobile: "Calendario Lazio? Inizio duro, ma ci deve dare forza"
Guarda il video
Immobile: "Calendario Lazio? Inizio duro, ma ci deve dare forza"

Commenti