Sampdoria, ecco Keita Balde: "Qui per ritrovare continuità"

L'attaccante: "Il virus ha rallentato tutto, ma ora sono qui. Ho un rapporto con Candreva e Quagliarella, non vedo l'ora di scendere in campo"

GENOVA - Keita Balde, nuovo acquisto della Sampdoria, ha rilasciato le sue prime parole da calciatore blucerchiato ai canali ufficiali del club. "Ho dovuto aspettare un po' a causa del virus, ma grazie a Dio sto bene e non vedevo l'ora di cominciare ad allenarmi con i ragazzi e mettermi subito in mostra. Grazie allo staff per quel video, veramente stupendo: le origini sono importanti, anche se sono nato in Spagna i miei genitori sono senegalesi e l'Africa è molto importante per me, mi accompagnerà sempre. Sono molto felice di essere qui a Genova, voglio dare soddisfazioni ai tifosi della Sampdoria. Mio fratello ha giocato qui nella Primavera e lo venivo a prendere al centro sportivo, di riflesso ho vissuto un po' la società blucerchiata. Anche se ci sono venuto da avversario mi è sempre piaciuto questo stadio e non ho avuto dubbi nel venire qui. Con il mio procuratore volevamo fare questo passo e alla fine ci siamo riusciti. Devo ringraziare club e presidente per aver fatto tutto il possibile. Sono qui con l'idea chiara di dare tutto me stesso e divertirmi: la Samp può farmi trovare continuità e fiducia per mostrare le mie qualità".

La disperazione di Chiesa: palo al 95' e ko contro la Sampdoria
Guarda la gallery
La disperazione di Chiesa: palo al 95' e ko contro la Sampdoria

"Per Ranieri ho grande rispetto, che legame con Quagliarella!"

"Ranieri? Non lo conoscevo di persona, ma ha esperienza e lo conoscono in tutto il mondo. Ha tutto il mio rispetto e tengo tanto a mostrargli le mie qualità. Candreva? Gioco con lui da quando ho 18 anni, dappertutto tranne al Monaco. Anche Adrien Silva è un mio grande amico e ora ci ritroviamo qui per aiutare il club ad arrivare in alto. Quagliarella? Con Fabio c'è un bel rapporto, ci vedevamo spesso quando mi veniva a trovare a Montecarlo e ora che siamo compagni di squadra vogliamo migliorare ancora di più il legame in campo. Ho visto tutte le tre partite, ma quella contro il Benevento mi ha fatto male perchè bisognava vincere. La squadra, però, ha fatto benissimo a Firenze e ora aspettiamo la Lazio. I tifosi doriani? Li ringrazio per il loro calore, voglio ripagarli con tanti gol" ha concluso.

Ranieri: "Perchè il mercato non chiude prima dell'inizio dei ritiri?"
Guarda il video
Ranieri: "Perchè il mercato non chiude prima dell'inizio dei ritiri?"

Commenti