Llorente può tornare alla Juve: ecco perché

L’ex bianconero sarebbe perfetto come quarta punta: conosce l’ambiente e ha feeling con Morata

Llorente (al Napoli dal Tottenham)© Bartoletti

E se dopo Alvaro Morata tornasse anche Fernando Llorente? Il numero 9 bianconero ex Atletico e Real Madrid di sicuro sarebbe il più contento. I due spagnoli, già compagni nella Juventus finalista di Champions 2015, sono molto amici. Il feeling è nato nell’anno insieme in bianconero, quando Llorente - nonostante la concorrenza tecnica - fu determinante nell’aiutare il connazionale a inserirsi e prendersi la Juventus. Alla fine Morata divenne il centravanti titolare della cavalcata europea e Fernando la sua prima alternativa. Ma l’amicizia tra i due non ne risentì, anzi. Troppo forte il legame. Troppo intelligente e serio Llorente, a cui più volte Massimiliano Allegri rivolse complimenti pubblici per l’atteggiamento positivo. E lo stesso fecero a più riprese i senatori dell’epoca: Andrea Pirlo, Gigi Buffon, Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci. L’attaccante navarro, dopo aver conquistato i compagni con gol e modi educati nella prima stagione juventina, il secondo anno si rivelò anche un grande uomo spogliatoio. Sorridente, mai in polemica e sempre pronto a dare il proprio contributo dall’inizio o a partita in corso con il suo mix di fisicità e qualità tecniche.

La Juve domina sui social network: Torino fuori dalla top 10
Guarda la gallery
La Juve domina sui social network: Torino fuori dalla top 10

Sono passati cinque anni e adesso Fernando, ai margini e in uscita dal Napoli probabilmente da svincolato, va per i 36. È coetaneo di Cristiano Ronaldo. E come CR7 è maniacale nella cura del proprio fisico. In più di tanti attaccanti acquistabili a gennaio, Llorente sa che cos’è la Juventus e come bisogna comportarsi nel mondo bianconero. Tutti motivi che candidano l’ex Athletic Bilbao come rinforzo low cost. I campioni d’Italia cercano una quarta punta, meglio se in saldo, da aggiungere a Cristiano, Morata e Paulo Dybala. I nomi in lista sono diversi. Tra questi c’è anche Arek Milik, pure lui fuori dal progetto azzurro e con il contratto che scade a giugno. Ma nessuno come Llorente sarebbe, tanto in campo quanto nello spogliatoio, un usato sicuro e pronto all’uso.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Abbonati a Tuttosport

Offerta Speciale, sconto del 56%

In occasione della ripartenza delle coppe europee puoi leggere il tuo quotidiano sportivo a soli 23 centesimi al giorno!

Offerta valida solo fino al 15 Marzo 2021

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti