Il Milan stringe per Simakan e sprinta per Koné

La positività al covid di Krunic spinge Maldini e Massara ad accelerare per il mediano del Tolosa

Il Milan stringe per Simakan e sprinta per Koné© LAPRESSE

MILANO - Se il covid influirà o meno sul mercato del Milan lo scopriremo nei prossimi giorni, ma è evidente che la positività di Rade Krunic potrebbe far cambiare marcia alla trattativa con il Tolosa per Kouadio Koné, centrocampista classe 2001. Le relazioni sono ampiamente positive tanto è vero che Maldini e Massara hanno già avviato i contatti con i loro alter ego francesi per aprire la trattativa. La distanza tra le parti c’è, perché il Tolosa chiede 15 milioni mentre il Milan è arrivato a 7. Ora, però, la necessità è aumentata e con Bennacer che non è ancora pronto per tornare in campo, ecco che le discussioni potrebbero intensificarsi (oltre a quelle per Antiste, ma qui si tratta di un’opzione per l’estate). Konè ha già dato il suo assenso al trasferimento al Milan e attende che i due club trovino la quadra sulle cifre dell’affare, con il Milan che vorrebbe inserire una serie di bonus, anche sostanziosi, per abbassare la parte cash.

Milan-Juve 1-3: che ironia sui social!
Guarda la gallery
Milan-Juve 1-3: che ironia sui social!


L’altro obiettivo ormai noto è il difensore centrale, ossia Mohamed Simakan. La prima offerta milanista era stata di 15 milioni complessivi di bonus (12 di parte fissa) a fronte di una richiesta di 20 milioni. La società rossonera è pronta a salire a 18 milioni (15 cash e 3 di bonus) mentre lo Strasburgo ha dato segnali di apertura se la base di partenza fosse sui 18 milioni più bonus. Si tratterà ancora nei prossimi giorni, con la volontà da parte di Maldini e Massara di portare a termine l’operazione anche perché Kabak dello Schalke 04, al momento, ha una quotazione sui 25 milioni. 

Commenti