Soulé, quale futuro? Il piano Juve per Zirkzee passa dal Crystal Palace

Il centravanti olandese ha parlato così del suo futuro: "Gioco la Champions con il Bologna? Per quanto ne so ora sì, vediamo cosa accade dopo le vacanze"

Sì, anche l’attacco della Juventus subirà un lifting importante. Quanto lo capiremo con il passare delle settimane e, soprattutto, con il susseguirsi di offerte che arriveranno alla Continassa per gli attaccanti in rosa. Non solo Vlahovic e Chiesa, che dovrebbero restare magari dopo aver rimodulato i loro contratti che scadano al momento nel 2026 e nel 2025, ma soprattutto Kean e Milik. Perché la Juventus ascolterà con molto interesse eventuali offerte per l’azzurro e per il polacco. Il primo già in questa annata era di fatto stato prestato all’Atletico Madrid, salvo poi riprendere il volo per Torino a causa di alcune perplessità sui suoi tempi di recupero.

Zirkzee obiettivo numero uno

In ogni caso l’oggetto del desiderio numero uno della Juventus per quanto concerne il reparto offensivo è un giovane in grado di fare la differenza e regalare un’alternativa importante a Dusan e Federico: l’uomo, infatti, è Zirkzee. Per prenderlo dal Bologna, grazie alla clausola inserita nel suo contratto, sarebbero, saranno sufficienti 40 milioni di euro. Una cifra non pazzesca e pure adeguata a ciò che ha fatto vedere l’olandese in questo campionato, dove si è messo in luce non solo con i suoi dodici gol stagionali, ma anche per il suo costante apporto prezioso nella manovra offensiva con giocate di raccordo di classe. Il problema è legato al fatto che l’urgenza prioritaria per rinforzare la rosa non è in attacco, bensì a centrocampo che - se è vero che recupera Fagioli - occorre comunque potenziare con quella qualità che in teoria avrebbe dovuto garantire Paul Pogba, finito nell’inferno per via della squalifica per doping. Zirkzee, ai box per un problema muscolare rimediato nell’ultima partita, non potrà mettersi in mostra domani sera contro la Juventus, ma gli osservatori bianconeri lo hanno monitorato più volte nel corso del campionato rimediando ogni volta ottime impressioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le parole di Zirkzee e il tesoretto Juve

Intanto lui, intervistato da Sky Sport in occasione del Gran Premio di Formula 1 a Imola, ha detto: «Se gioco la Champions col Bologna? Per quanto ne so ora sì, ma non posso dire niente. Vediamo cosa accade dopo le vacanze». Anche lui sa, e ha candidamente ammesso, che la sua situazione di mercato è dunque fl uida. Chiaro che il prossimo arrivo atteso di Thiago Motta sulla ormai ex panchina di Massimiliano Allegri potrebbe essere un bel fluidificante per accelerare la trattativa, che consentirebbe al reparto offensivo bianconero un upgrade decisamente significativo.

Per evitare di rimanere anticipati, la Juventus potrebbe decidere di dirottare subito i soldi che arriveranno dalla probabile cessione di Soulè rimandando eventualmente l’acquisto del difensore. Chiaro che anche in questo caso molto dipenderà da quando il Crystal Palace cercherà l’affondo per il fantasista destinato a rientrare alla base dopo il prestito a Frosinone. In realtà il bottino potrebbe comunque arrivare anche dalla cessione di altri due giovani che piacciono molto e si sono valorizzati con i rispettivi prestiti: parliamo del centrocampista Barrenechea (Frosinone) e del difensore Huijsen (Roma).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sì, anche l’attacco della Juventus subirà un lifting importante. Quanto lo capiremo con il passare delle settimane e, soprattutto, con il susseguirsi di offerte che arriveranno alla Continassa per gli attaccanti in rosa. Non solo Vlahovic e Chiesa, che dovrebbero restare magari dopo aver rimodulato i loro contratti che scadano al momento nel 2026 e nel 2025, ma soprattutto Kean e Milik. Perché la Juventus ascolterà con molto interesse eventuali offerte per l’azzurro e per il polacco. Il primo già in questa annata era di fatto stato prestato all’Atletico Madrid, salvo poi riprendere il volo per Torino a causa di alcune perplessità sui suoi tempi di recupero.

Zirkzee obiettivo numero uno

In ogni caso l’oggetto del desiderio numero uno della Juventus per quanto concerne il reparto offensivo è un giovane in grado di fare la differenza e regalare un’alternativa importante a Dusan e Federico: l’uomo, infatti, è Zirkzee. Per prenderlo dal Bologna, grazie alla clausola inserita nel suo contratto, sarebbero, saranno sufficienti 40 milioni di euro. Una cifra non pazzesca e pure adeguata a ciò che ha fatto vedere l’olandese in questo campionato, dove si è messo in luce non solo con i suoi dodici gol stagionali, ma anche per il suo costante apporto prezioso nella manovra offensiva con giocate di raccordo di classe. Il problema è legato al fatto che l’urgenza prioritaria per rinforzare la rosa non è in attacco, bensì a centrocampo che - se è vero che recupera Fagioli - occorre comunque potenziare con quella qualità che in teoria avrebbe dovuto garantire Paul Pogba, finito nell’inferno per via della squalifica per doping. Zirkzee, ai box per un problema muscolare rimediato nell’ultima partita, non potrà mettersi in mostra domani sera contro la Juventus, ma gli osservatori bianconeri lo hanno monitorato più volte nel corso del campionato rimediando ogni volta ottime impressioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Loading...
1
Soulé, quale futuro? Il piano Juve per Zirkzee passa dal Crystal Palace
2
Le parole di Zirkzee e il tesoretto Juve