Mazzarri, vedi Napoli e poi... giochi la Champions in Asia: la nuova squadra

Il tecnico azzurro, dopo l'ultima esperienza terminata con l'esonero dai partenopei, tornerà ad allenare lontano dall'Europa
Mazzarri, vedi Napoli e poi... giochi la Champions in Asia: la nuova squadra© LAPRESSE

Walter Mazzarri si appresta ad iniziare una nuova avventura in panchina. Dopo aver allenato diversi club di Serie A - dal Napoli all'Inter, passando per Torino e Cagliari - tornerà a mettersi in gioco per un'esperienza decisamente lontana dalle sue abitudini: sarà infatti il nuovo allenatore del Persepolis di Teheran. Il club, big del campionato iraniano insieme all'Esteghlal dell'ex Stramaccioni, ha già ufficializzato sui profili l'addio dell'ormai ex tecnico brasiliano Osmar Loss Vieira dopo la vittoria del titolo nella Persian Gulf Pro League. Seconda esperienza all'estero per Mazzarri dopo il Watford nel 2016-2017, con il passaggio al nuovo club che si concretizzerà nelle prossime ore.

La prima esperienza al Napoli e l'Inter

L'avventura di Mazzarri al Napoli è stata un'altalena di gioie e dolori, con un passato glorioso e significativo difficile da replicare. La prima esperienza - dal 2009 al 2013, prima di esordire da vice nel 1998/1999 - del tecnico sulla panchina dei partenopei viene tuttora ricordata con grande emozione dai tifosi napoletani, che hanno assistito ad uno storico ritorno in Champions League del club, nonché alla conquista della Coppa Italia ai danni della Juventus nel biennio 2011/2012. La seconda esperienza di Mazzarri sulla panchina dei partenopei si è consumata quest'anno, subentrando a Rudi Garcia e venendo sostituito successivamente da Calzona. Un ritorno poco entusiasmante, considerando la stagione povera in termini di risultati del Napoli. Il passaggio all'Inter nel 2013/2014 gli è valso la qualificazione in Europa League al primo anno ed un ottavo posto al secondo, che non hanno portato al rinnovo del contratto.

Dall'avventura al Torino fino al...Persepolis

Mazzarri, tra le dodici squadre allenate in carriera, riporta anche l'esperierenza sulla panchina del Torino dal 2018 al 2020. Sotto la sua ala il Torino ha rischiato di strappare un'importante qualificazione in Europa League arrivando a soli tre punti di distanza dalla Roma nel 2019. L'anno successivo il tecnico ha staccato di una manciata di punti le squadre coinvolte nella lotta retrocessione, non dando quindi seguito alla sua avventura sulla panchina del Torino. Dopo l'avventura al Cagliari e la seconda, breve, parentesi al Napoli, l'allenatore affronterà la sua esperienza più lontana dall'Italia finora, firmando con i campioni in carica del campionato iraniano: il Persepolis, che l'anno prossimo dunque disputerà l'AFC Champions League.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Loading...