Milinkovic, un sms per la Juve: ma quanto è dura!

Lotito non smania dal desiderio di cedere la sua stella, però sa che il mercato si è già scatenato attorno al serbo. L’appeal bianconero può rivelarsi decisivo

Milinkovic, un sms per la Juve: ma quanto è dura!© www.imagephotoagency.it

TORINO - Chi conosce bene Sergej Milinkovic-Savic non ha dubbi: il ragazzo è sì legato ai colori biancocelesti, ma all’orizzonte delle sue ambizioni non si possono mettere limiti. E il serbo, non solamente per il fatto che a Torino sponda granata giochi il fratello Vanja (la cui conferma, per altro, è in discussione), ha sempre guardato alla Juventus come alla possibile svolta di una carriera che ancora deve raccontare tanto. Il problema è che nel calciomercato i desideri valgono il giusto. Contano i soldi - tanti, tantissimi nel caso di SMS - così come i rapporti costruiti dalle società nel tempo e non è un caso se dal trasferimento di Stephan Lichtsteiner dalla Lazio ai bianconeri (anno 2011) tra i club sono trascorse stagioni intere durante le quali molto s’è chiacchierato, ma nulla si è concluso. Eppure più di uno spiraglio c’è. 

Mercato Juve: i nomi nel mirino per cinque ruoli
Guarda la gallery
Mercato Juve: i nomi nel mirino per cinque ruoli

Juve, le proposte per Milinkovic

Milinkovic-Savic ha 27 anni, da 7 gioca in Italia e quel tocco divino racchiuso nel suo destro incantato non accenna a tramontare. Questione di gol - 57 in 292 partite, di cui 10 in 45 presenze stagionali - e, soprattutto, di invenzioni. Cioè assist, 12 nell’annata in corso, ma non solo: è lo stare dentro al match, il pensiero che si nasconde dietro l’intuizione geniale, la capacità di coniugare concentrazione, applicazione e la tecnica sublime che non compri al supermercato del pallone e di cui sei dotato fin dalla nascita. La Lazio l’acquistò dai belgi del Genk nell’agosto 2015 per 12 milioni più bonus e al di là del fatto che Claudio Lotito cedendolo siglerebbe una corposa plusvalenza, è nell’ordine naturale delle cose che il prezzo del cartellino di Sergej brutalmente decolli. Al fixing del 10 maggio 2022 la base di partenza non si discosta dai 70 milioni, anche se in casa biancocelesti è normale che si aspettino una proposta più consistente, soprattutto se proveniente dai club di Premier dove il denaro non manca e dove il Manchester United è tra le società maggiormente interessate. Occhi aperti sul Paris Saint-Germain, che comunque per quel ruolo tiene aperte piste alternative. E sul Milan, le cui vicissitudini societarie possono partorire un chiaro indirizzo sul mercato in entrata. 

Tutti gli approfondimenti sull’edizione di Tuttosport

La nuova Juve con Allegri: tutti i nomi sul piatto
Guarda la gallery
La nuova Juve con Allegri: tutti i nomi sul piatto

Juve, i migliori video

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...