Juve: Rabiot, 10 milioni per il ciao. Paredes prepara i bagagli

Ieri lungo vertice tra Murtough, ds dello United, e la madre-agente del francese. E il regista del Psg non vede l'ora di ricevere l'ultima chiamata dai bianconeri
Juve: Rabiot, 10 milioni per il ciao. Paredes prepara i bagagli

TORINO - Dopo Wanda Nara, agente che ha portato il marito Mauro Icardi al Paris Saint Germain strappando un contratto da 10 milioni di euro a stagione, ma le azioni del centravanti sono crollate visto che il club lo ha appena spedito nella squadra dilettanti delle riserve in quanto ritenuto un surplus, ecco un’altra donna che entra prepotentemente sulla scena del calciomercato anche se il gossip non c’entra ma il numero 10, come vedremo, sì!

Juve, finalmente Kostic: il serbo posa in maglia bianconera
Guarda la gallery
Juve, finalmente Kostic: il serbo posa in maglia bianconera

Rabiot e la mamma

Parliamo di Veronique, ovvero la mamma di Rabiot, mezzala francese della Juventus che a giugno si libererà a parametro zero dopo una stagione da 7 milioni di euro. La signora, che viene descritta come determinata e precisa, ieri ha avuto un lungo vertice con il direttore sportivo del Manchester United, mister John Murtough, giunto appositamente in Italia per chiudere il passaggio del centrocampista bianconero con la maglia dei Red Devils. Il disegno preparato in Inghilterra per portare a casa il trasferimento del transalpino è chiaro: 17 milioni per il club torinese e un ingaggio aumentato per il ragazzo. Già, ma quanto? Come si sa, i soldi non bastano mai. Per cui la proposta servita su un piatto a madame Veronique è stata rifiutata. Troppo pochi 8.5 milioni per tre anni. E così ecco il vertice di persona tra il dirigente britannico e la madre-agente con il manager che ha mantenuto la sua flemma inglese nel sentirsi avanzare la richiesta: 10 milioni l’anno. Cifra importante, chiaro, ma non tale da far tremare i polsi a un club come il Manchester United che al signor Cristiano Ronaldo corrisponde uno stipendio annuo superiore ai 30 milioni. Okay, Rabiot non è CR7, vero, ma non è manco un centrocampista capace di fare la differenza sotto porta. Ma tant’è, il ragazzo piace eccome al tecnico olandese Ten Hag che stravede per il suo dinamismo, oro puro da sfruttare in un campionato atleticamente performante come quello della Premier. E allora ecco che la sensazione di un accordo se non imminente, comunque vicino, si fa sempre più strada. Tra l’altro Rabiot lunedì contro il Sassuolo non potrà giocare in quanto squalificato, per cui lo scenario di fondo consente a tutti i protagonisti di prendersi qualche ora in più per arrivare al momento del sì.

Bremer, visita allo Stadium e al J-Musem dopo la presentazione
Guarda la gallery
Bremer, visita allo Stadium e al J-Musem dopo la presentazione

Paredes nel progetto Juve

Dunque per Rabiot un ciao da 10 milioni che non tarderà ad arrivare e così Leandro Paredes prepara i bagagli. Non vede l’ora, il regista argentino, di lasciare il Paris Saint Germain dove viene sotto utilizzato per entrare nel cuore del progetto Juve, prendendosi le chiavi del centrocampo e illuminare con le sue verticalizzazioni. Tra l’altro, spesso sente il suo amico e collega di Nazionale, Angel Di Maria, che gli ha magnificato il mondo bianconero. Il Psg per cedere il suo cartellino vuole 25 milioni ma il lavoro del direttore sportivo Federico Cherubini riuscirà verosimilmente a ridurre la richiesta iniziale per arrivare a una cifra simile a ciò che incasserà per Rabiot, anche se prima tenterà il gol all’incrocio, ovvero riuscire a portare sotto la Mole il sudamericano con la formula del prestito. Strada che consentirebbe alla Juventus di chiudere il bilancio del calciomercato con un risultato economico più incoraggiante. In queste ultime giornate il cellulare di Paredes non trilla con chiamate da Torino solo per le telefonate di Di Maria. La dirigenza bianconera sta scaldando il ragazzo che ha già la valigia pronta. Stasera è tra i ventuno convocati per la partita di campionato contro il Montpellier ma la sua testa è già a Torino e lunedì sera si sintonizzerà sulla gara che la Juventus giocherà in casa contro il Sassuolo. Sempre che nel frattempo non si sia registrata una accelerata e lo abbia già portato a imbarcarsi per la sua nuova avventura in Serie A, la terza dopo Chievo, Empoli e Roma.

Juventus: si aspetta la fumata Rabiot, poi tocca a Paredes
Guarda il video
Juventus: si aspetta la fumata Rabiot, poi tocca a Paredes

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...