Milik-Juve a un passo, ma prima nuovo round per Depay

Dopo il confronto tra Allegri e i dirigenti, Cherubini effettuerà un ultimo tentativo al ribasso per l’olandese del Barça. Il polacco aspetta e si scalda: c’è l’ok del Marsiglia
Milik-Juve a un passo, ma prima nuovo round per Depay

TORINO - Prima di chiudere per Arkadiusz Milik, in pugno da almeno 48 ore, la Juventus ha deciso di effettuare un ultimo tentativo al ribasso anche per Memphis Depay. La strategia è stata concordata nelle ultime ore, dopo l’abituale riunione post partita di ieri tra il ds Federico Cherubini, il vice presidente Pavel Nedved, l’ad Maurizio Arrivabene e l’allenatore Massimiliano Allegri. Dirigenti e tecnico si sono confrontati sulle varie opzioni di vice Vlahovic sul tavolo e alla fine hanno deciso di prendersi ancora una mezza giornata per riflettere. I ragionamenti proseguono, ma contemporaneamente avanzano anche i colloqui con i diretti interessati. Fra una settimana suona la sirena di fine mercato (1 settembre) e la Juventus ha l’esigenza di stringere per l’attaccante. Può succedere ancora di tutto. Cherubini nelle prossime ore potrebbe affondare per Milik con il Marsiglia, con il quale è già stato trovato un accordo di massima (2 milioni subito per il prestito e 8 fra un anno quando il riscatto sarà obbligatorio). Con l’OM del presidente Pablo Longoria (ex osservatore juventino, proprio come il ds dei francesi Javier Ribalta) i rapporti sono talmente stretti e cordiali che, in caso di semaforo verde, la fumata bianca diverrebbe praticamente istantanea. E immediato sarebbe anche il volo per Torino del polacco.

Juve, stretta finale per Milik

Milik conosce il campionato italiano, frequentato ai tempi del Napoli, ed un vecchio pallino della dirigenza bianconera. E soprattutto garantirebbe centimetri, presenza in area e gol. Non un dettaglio, dal momento che alla Continassa inseguono un attaccante da alternare a Vlahovic, che ovviamente non potrà giocare sempre fino a novembre. L’ipotesi Milik è concreta, ma non ancora sicura al cento per cento. Perché? Perché il deludente zero a zero di Marassi, con Vlahovic isolato e praticamente mai coinvolto anche per l’assenza di Angel Di Maria, ha riportato d’attualità altre valutazioni. Tra le quali la possibilità di privilegiare l’acquisto di una punta di movimento, più duttile e quindi impiegabile anche in coppia con il serbo. Da qui i nuovi contatti per Depay, mai mollato del tutto e soltanto congelato negli ultimi giorni. I dirigenti juventini hanno sempre tenuto vivo il filo diretto con Sebastien Ledure, l’avvocato belga che ha trattato - e ottenuto - lo svincolo del 28enne olandese in caso di trasferimento dal Camp Nou all’Allianz Stadium. Cherubini avrebbe potuto portare a termine l’affare Depay già venerdì scorso, ma non lo ha fatto. Le condizioni con il Barcellona restano tuttora le stesse: trasferimento gratuito. Ma la Juventus, dopo attente valutazioni economiche, vorrebbe ridimensionare quelle di Depay, fermo alla richiesta di 7 milioni netti più bonus per 2 anni (con opzione per la terza stagione). La disponibilità dell’attaccante blaugrana a guadagnare meno è possibile, però non ancora scontata. Per questo motivo Cherubini nelle ultime ore si è cautelato portandosi avanti per Milik. La stretta finale sarà imminente. A meno che tra i due favoriti (Milik e Depay), non riemerga a sorpresa - e all’ultima curva - un terzo incomodo come Marko Arnautovic, sondato dai bianconeri, ma finora dichiarato incedibile dal Bologna.

Juve, con Milik c'è l'intesa. Depay resta in stand-by
Guarda il video
Juve, con Milik c'è l'intesa. Depay resta in stand-by

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Juve, i migliori video

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...