Calciomercato Milan, Broja e Ziyech giocano meno di De Ketelaere!

In due al Chelsea hanno raccolto appena 736’ nella prima parte di stagione: che occasione per Maldini e Massara
Calciomercato Milan, Broja e Ziyech giocano meno di De Ketelaere!© www.imagephotoagency.it

MILANO - Uno ha affrontato l’Italia mercoledì a Tirana, ricevendo l’endorsement per un suo futuro in rossonero dal presidente della Federcalcio albanese; l’altro ha ricordato il suo talento a chi per caso se ne fosse scordato segnando da 60 metri giovedì contro la Georgia. Il primo è Armando Broja, centravanti albanese classe 2001, il secondo è Hakim Ziyech, 29enne jolly offensivo marocchino. Cosa li accomuna? Da tempo sono nel mirino del Milan, entrambi sono giocatori del Chelsea e nessuno dei due ricopre un ruolo di primo piano nella squadra di Potter. Insieme, Broja e Ziyech, hanno fin qui raccolto 736 minuti complessivi fra Premier, Champions e coppe varie; meno dei 798 disputati in rossonero da De Ketelaere. Un nome non a caso, visto che il Milan l’estate scorsa ha deciso di investire 35 milioni sul giovane belga anziché ragionare sull’acquisto di Ziyech, di otto anni più “vecchio” del trequartista ex Bruges. Il destino di Broja e Ziyech potrebbe vederli ancora insieme, visto che il Milan continua a pensare a loro. Di certo Ziyech non vede l’ora di lasciare il Chelsea, Broja invece ha rinnovato il contratto addirittura fino al 2028 a inizio settembre, è legato sentimentalmente al club londinese (è entrato nell'academy dei Blues nel 2009), ma pensare di rimanere a fare la riserva non è una prospettiva che lo alletta. Anche perché il Chelsea oggi ha in rosa elementi come Aubameyang, Havertz e Sterling, ma per la stagione ’23-24 ha già messo le mani su un certo Nkunku (e, in teoria, avrebbe pure Lukaku...). Insomma, immaginare Broja e Ziyech con indosso una maglia diversa dal Chelsea nel futuro prossimo non è un semplice esercizio di fantasia. 

Opportunità per il Milan

Fosse per Ziyech lui sarebbe già a Milano. Il problema che aveva frenato la trattativa nei mesi scorsi, oltre alla preferenza della dirigenza rossonera per De Ketelaere, era stato però l’ingaggio da 6 milioni del marocchino. Questione che ovviamente rimane d’attualità anche per gennaio quando Ziyech sicuramente lascerà il Chelsea, almeno in prestito (ha il contratto fino al 2025). E’ possibile che il fantasista, che mercoledì prossimo esordirà in Qatar contro la Croazia, abbassi le sue pretese sullo stipendio e che il Chelsea contribuisca al suo pagamento, ma il Milan per poter pensare di accoglierlo, dovrà necessariamente fare spazio nella sua rosa. E non è questione da poco. Pioli a destra recupererà Saelemaekers, ha Messias e in quella posizione ha provato spesso Brahim Diaz. Nessuno di questi, oggi, è da considerare in uscita. Però Ziyech in prestito potrebbe essere una ghiotta opportunità da sfruttare sia per elevare il tasso tecnico in quella posizione, sia per avere una freccia in più nella rincorsa al Napoli e nella doppia sfida di Champions contro il Tottenham. Oggi non è tempo di pensare a Ziyech, ma fra qualche settimana, chissà... cercasi bomber E poi c'è Broja. Come detto, il presidente della Federcalcio albanese, Armand Duka, dopo la gara contro l'Italia si è esposto: «A me interessa che lui giochi e stia bene, non mi interessa dove. Poi, certo, se giocasse al Milan anche meglio, perché io sono anche un po’ tifoso milanista». Maldini e Massara hanno inserito da tempo Broja sul loro taccuino, soprattutto per le prestazioni che il gigante (191 cm per 90 kg) cresciuto sui campi inglesi ha confezionato fra Vitesse e Southampton nel biennio '20-22. Per ora c'è Giroud, si aspetta la crescita di Origi e il ritorno di Ibra, ma in estate un nuovo nove servirà e l'albanese, che vale già 30-35 milioni, potrebbe essere la soluzione ideale. E visto il lungo contratto e i buonissimi rapporti col Chelsea, chissà che non si possa trovare un accordo inizialmente con la formula del prestito.

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Commenti

Loading...