Pioli, la situazione: attende comunicazioni da parte del Milan

La speranza del tecnico rossonero è che il faccia a faccia avvenga la prossima settimana prima della gara con la Salernitana, ovvero l'ultima partita di campionato a San Siro
Pioli, la situazione: attende comunicazioni da parte del Milan© Marco Canoniero

Come si suol dire in questi casi, bisogna fare i conti anche con l’oste. Ovvero Stefano Pioli che sabato scorso, dopo il rotondo successo contro il Cagliari, sul proprio futuro dichiarava: «Non so se sarà la mia ultima partita, non ho ancora incontrato il club e non so se lo faremo prima o dopo l'ultima partita del campionato. Vedremo...». Quell’incontro ancora non c’è stato. Nessuno della dirigenza in settimana ha convocato Pioli in sede per affrontare la questione. Pioli sa che la sua avventura al Milan è terminata, lo ha capito dopo l’eliminazione dall’Europa League e l’ennesimo derby perso, ma un conto è “annusare” l’aria, un altro è ricevere una comunicazione ufficiale da parte della società. Questa finora non è arrivata e la speranza - non difficile da comprendere - di Pioli è che questo faccia a faccia avvenga la prossima settimana prima di Milan-Salernitana, ovvero l’ultima partita di campionato a San Siro davanti ai suoi tifosi.

Pioli, il confronto con il Milan

È ovvio che con una comunicazione sul futuro e, magari, l’accordo sulla chiusura del rapporto con dodici mesi d'anticipo rispetto alla scadenza fissata al 30 giugno 2025 - fra ingaggio lordo dell'allenatore e del suo staff, ballano quasi 10 milioni -, Pioli potrebbe congedarsi dai sostenitori rossoneri salutando il pubblico che, tolti gli ultimi mesi, lo ha sempre sostenuto, dedicandogli anche un coro passato alla storia (“Pioli is on fire” sulle note di “Freed from desire” della cantante Gala). Sarebbe, diciamo così, "curioso" se Pioli e club non parlassero nei prossimi giorni e il tecnico lasciasse San Siro dopo Milan-Salernitana senza avere ancora notizie ufficiali sul proprio futuro. Per altro, il Milan poche ore dopo la gara con la squadra campana, dovrà partire per l'Australia dove il 31 maggio è stata organizzata un'amichevole contro la Roma all'Optus Stadium di Perth.

Essendo sotto contratto fino al 30 giugno, Pioli sarebbe obbligato a guidare la squadra nella trasferta australiana, ma sarebbe, diciamo così, surreale pensando alla sua situazione, presente e futura. Ecco perché fra Torino e Salernitana è auspicabile che arrivi l'atteso confronto fra allenatore e club.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Loading...