Singo, Conte insiste: no del Toro a 25 milioni

Il Tottenham torna alla carica con un'offerta super, ma per Cairo resta incedibile. É il primo "regalo" a Juric, che aveva chiesto di tenere i big
Singo, Conte insiste: no del Toro a 25 milioni© Marco Canoniero

TORINO - Per Wilfried Singo, 21 anni, il Tottenham ci ha riprovato, stavolta con un’offerta importante. E oltre al club londinese dove allena Antonio Conte, grande estimatore dell’esterno granata per averlo affrontato da avversario quando sedeva sulla panchina dell’Inter, in queste ultime ore nel discorso si è inserito anche il Leicester che ha seguito l’ivoriano, oltre che Bremer, in occasione di Torino-Napoli di sabato scorso. Due granata che piacciono e intrigano non solo in Italia ma anche all’estero. Per quanto riguarda il brasiliano, il Toro non ha sostanzialmente possibilità di trattenerlo visto che il giocatore, firmando il rinnovo, ha chiesto e ottenuto garanzie di essere ceduto in una squadra che disputi la Champions League. Per Singo, invece, il discorso è diverso.

Toro, Cairo: «Spero che Belotti resti con noi!»
Guarda il video
Toro, Cairo: «Spero che Belotti resti con noi!»

Secondo no del Toro

Con il secondo no consecutivo al Tottenham il Torino lo ha di fatto tolto dal mercato. Ma procediamo con ordine ed entriamo nel cuore dei retroscena. Venti giorni fa Fabio Paratici, ds dei londinesi che a gennaio ha portato in Inghilterra due protagonisti del campionato italiano (Rodrigo Bentancur e Dejan Kulusevski, tutti e due dalla Juventus in cui con Conte aveva a lungo lavorato), aveva chiesto informazioni direttamente a Cairo sulla possibilità di aprire una trattativa per Singo, incassando il primo no. La scorsa settimana il dirigente si è rifatto vivo portando con se un’importante offerta finanziaria - 25 milioni - con la speranza di scardinare l’intransigenza del presidente. Ma anche stavolta si è sentito rispondere no. Con un’aggiunta: incedibile. Ivan Juric punta forte sul giocatore e anche per questo motivo (accelerare il recupero) il club lo ha fatto operare prima del previsto per averlo disponibile per il ritiro di inizio luglio in Austria. La dirigenza (forse) ha metabolizzato la frase che ha caratterizzato la vigilia dell’ultima sfida di campionato.

Bremer e Pobega difficilmente resteranno

Ricordiamo che nella pancia del Grande Torino, in conferenza stampa, Juric aveva dichiarato: "Cairo punta ad un Toro di giovani? Se si vuole fare il salto ci vogliono acquisti importanti, i ragazzi bravi già li abbiamo in casa. E poi bisogna trattenere i più bravi". Singo, sicuramente, è uno di questi; bravo e promettente, con ancora un largo margine di miglioramento. Juric sa perfettamente che per Bremer e Pobega le possibilità che restino sono praticamente vicine alla zero e che per Belotti ci sono ancora tanti e troppi punti interrogativi. Ma sugli altri non transige [...]

Torino-Napoli 0-1, le pagelle granata: bene Belotti e Berisha
Guarda la gallery
Torino-Napoli 0-1, le pagelle granata: bene Belotti e Berisha

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...