Mercato Toro, Laurienté si ribella: ha disertato l'allenamento!

Dura presa di posizione del giocatore per spingere il Lorient ad accettare le proposte d’acquisto
Mercato Toro, Laurienté si ribella: ha disertato l'allenamento!

TORINO - Armand Laurienté forza i toni per sbloccare la sua cessione e ieri non si è presentato all’allenamento col Lorient. E non per problemi fisici. L’esterno offensivo classe 1998 spinge per una nuova avventura in Italia e si è stancato del tira e molla della sua società. Il giocatore ritiene che il club non stia mantenendo fede alle promesse fatte dai dirigenti sulla sua cessione ed è convinto che non siano state prese in considerazione con la dovuta attenzione le proposte che sono arrivate dai club interessati alle sue prestazioni. Nelle ultime due settimane ha manifestato il suo disappunto, insistendo sulla cessione, al presidente, direttore generale e allenatore del Lorient. Continua a chiedere di mantenere la promessa di cessione e di cederlo ad un prezzo giusto senza continui rilanci che tardano e complicano il buon esito della trattativa. E per questo ieri si è fermato. 

Dopo la rissa e le parole di Cairo, Juric dirige l'allenamento del Toro: è bello carico!
Guarda il video
Dopo la rissa e le parole di Cairo, Juric dirige l'allenamento del Toro: è bello carico!

Laurientè, il prezzo

Ed è proprio il prezzo il problema al momento insormontabile. Proprio perché non c’è. Il Torino e il Sassuolo, le due società interessate, accusano il Lorient di cambiare le carte in tavola, di giocare al gatto con il topo, di non avere un comportamento corretto e tutto questo rende impossibile instaurare un discorso costruttivo. I granata e gli emiliani proseguono in piccoli rilanci dalla prima proposta (del Toro) che è di 7 milioni più 2 di bonus e sono arrivati a 10 compreso tutto ma ancora oggi Davide Vagnati e Giovanni Carnevali non hanno capito quanto i francesi vogliano incassare. Il Toro nei giorni scorsi aveva preteso una richiesta d’acquisto scritta proprio per avere le idee più chiare. 

In attesa dei rinforzi Juric modella il nuovo Toro in Austria
Guarda la gallery
In attesa dei rinforzi Juric modella il nuovo Toro in Austria

Torino, i numeri di Laurientè

Al momento la squadra più avanti per Laurientè, nella passata stagione 36 presenze, 6 reti e 2 assist in Ligue 1, è il Torino che rispetto agli emiliani ha un preaccordo con lui. Non è cosa da poco anche se Carnevali, nel caso dovesse chiudere con il Lorient, è convinto di ottenere senza problemi il sì del giocatore. Un elemento rapido, bravo nel dribbling, che negli schemi di Juric può fare senza nessun problema uno dei due trequartisti. Oltretutto calcia con precisione i rigori ed è bravo nelle punizioni. Insomma, un giocatore che sembra fatto apposta per le caratteristiche del Toro e che il tecnico croato accoglierebbe a braccia aperte. Davide Vagnati, pur tra mille difficoltà, cerca di consegnarlo al più presto all’allenatore. 

Attento, Cairo: Juric non ne può più e chi ci rimette è il Toro
Guarda il video
Attento, Cairo: Juric non ne può più e chi ci rimette è il Toro

Praet, trattativa in stallo

Nessuna novità - per continuare il discorso dei trequartisti di cui Juric ha tanto bisogno - sul conto di Praet. Trattativa in fase di stallo totale. Vagnati sa bene che per riaprirla deve presentarsi con una proposta di acquisto immediato: niente prestiti, neppure con obbligo di riscatto. Gli inglesi vogliono darlo subito via a titolo definitivo. Eventualmente si potranno discutere le modalità di pagamento. In questa direzione non dovrebbero esserci problemi. Al momento, però, il dirigente granata non ha le possibilità di bussare alla porta del Leicester: e pensare che Juric voleva a tutti i costi Praet, lo considerava indispensabile. E per ora deve rassegnarsi all’evidenza. Sempre per rimanere sulla trequarti resta comunque vivo l’interesse per Reinier, 20 anni, giovane brasiliano del Real Madrid che nell’ultima stagione ha collezionato diverse presenze in Bundesliga con il Borussia Dortmund: 13, 2 in Europa League e una nella Coppa di Germania. I tedeschi non lo hanno riscattato e la squadra spagnola cerca una sistemazione che gli permetta di giocare con continuità. Però vorrebbe darlo solo in prestito secco, soluzione non gradita al Torino che è già stato scottato dalla vicenda Pobega. Eventualmente i madridisti potrebbero giocarsi la carta della ricompera. 

Torino, rissa tra Vagnati e Juric: insulti e urla durante il ritiro
Guarda il video
Torino, rissa tra Vagnati e Juric: insulti e urla durante il ritiro

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...