Torino, ecco Robert Renan: è il nuovo Bremer!

Piace il centrale del Brasile U20: ha 19 anni, gioca nel Corinthians, dove sta trovando sempre più spazio. In Nazionale è capitano. C’è la concorrenza di Atalanta e Benfica
Torino, ecco Robert Renan: è il nuovo Bremer!

TORINO - Le missioni in Brasile ormai da tanti anni sono una dolce abitudine in casa Toro. Basta riavvolgere il nastro di qualche stagione. In passato era Gianluca Petrachi, con la rete di suoi osservatori in loco, a scandagliare la nazione più florida di talenti al mondo. Ora c'è Davide Vagnati, in compagnia di Giammario Specchia, a monitorare con attenzione le giovani promesse verdeoro. Gli ultimi giocatori di rilievo arrivati dal Brasile sono stati Lyanco e Bremer. In periodi diversi: il primo prelevato dal San Paolo nel 2017 per una cifra vicina ai 9 milioni di euro fra parte fissa e bonus, il secondo approdato a Torino nell'estate successiva dall'Atletico Mineiro per quasi 5 milioni di euro. Epiloghi molto differenti fra i due. Lyanco è stato ceduto al Southampton senza troppi rimpianti: non ha mai trovato la continuità di cui aveva bisogno per imporsi. Colpa di tanti infortuni, ma anche di una tempra caratteriale non ancora all'altezza della Serie A. Bremer, invece, è sbarcato a Caselle come alternativa a Verissimo, compiendo una scalata clamorosa: solo panchina al primo anno, poi una conquista dopo l'altra. Prima diventa il miglior difensore del campionato, poi passa alla Juventus per 49 milioni di euro e ora è al Mondiale col Brasile. La parabola perfetta. Una storia che il Toro vuole immediatamente replicare. E nel mirino di Vagnati c'è un centrale considerato uno dei profili più futuribili del calcio brasiliano: Robert Renan. Classe 2003, di proprietà del Corinthians. Piede mancino, è diventato un titolare della compagine paulista: vanta 10 presenze con la prima squadra in quest'annata, le ultime cinque le ha giocate tutte dall'inizio fino alla sosta imposta dai Mondiali in Qatar. Renan è un punto fermo della nazionale Under 20, aspetto emblematico del suo valore, indiscutibile ormai da qualche anno. Ora sgomita coi grandi senza alcun timore reverenziale, in un campionato che rappresenta una vera e propria vetrina di lusso per tantissimi giovani desiderosi di migrare verso l’Europa.

Juric e il Torino che parla spagnolo
Guarda il video
Juric e il Torino che parla spagnolo

Renan, obiettivo in estate: difficile che il Toro intervenga già a gennaio

Renan sarà l’oggetto del desiderio del prossimo mercato estivo: difficile che il Toro intervenga già a gennaio, dove magari il piccolo tesoretto messo da parte potrebbe essere investito per potenziare la mediana e le corsie laterali. Ma Vagnati ha già mosso i primi passi con l’entourage del giocatore, che ovviamente sogna di percorrere le stesse orme di Bremer. Col Corinthians, invece, sarà Cairo a dover affrontare la partita più complicata. Perché i brasiliani chiederanno tanti soldi e non hanno fretta di vendere Renan, per il quale l’intenzione è quella di alimentare una vera e propria asta. Gioco al rialzo a cui potrebbe partecipare anche l’Atalanta, ma soprattutto il Benfica, che per i gioielli provenienti dal Sud America ha sempre le antenne dritte. Renan, dal punto di vista tecnico, è un elemento perfettamente adatto al calcio di Juric: veloce, dinamico e già molto inquadrato sul piano tattico. Gioca come centrale di sinistra della difesa a quattro sia col club che in nazionale, ma non sono inusuali le sue incursioni palla al piede a tutta fascia. Elementi che lo rendono straordinariamente compatibile con il ruolo di braccetto di sinistra del Toro di oggi: a tutti gli effetti si può configurare come il perfetto erede di Ricardo Rodriguez. Sa pure impostare, ma ha ancora tanto da lavorare sulle letture dei calci piazzati: è quello l’attuale punto debole di Renan, che il prossimo 11 ottobre festeggerà il suo 20° compleanno. Il suo contratto col Corinthians scadrà il 31 dicembre 2024, dunque in Brasile non hanno ancora fretta di trovare un accordo con un club europeo d’inverno. Perché col passare dei mesi il centrale può proseguire una crescita vertiginosa, con conseguente lievitazione naturale del prezzo del cartellino. Renan è considerato alla stregua di un predestinato: basti pensare che il suo primo contratto da professionista lo ha firmato il 13 dicembre 2019, a 16 anni e 64 giorni, a distanza di appena cinque mesi dal suo trasferimento dal Gremio Novorizontino al Corinthians. Ora il Toro lo marca stretto: Vagnati non gli toglie gli occhi di dosso, con la speranza di replicare un altro colpo “alla Schuurs”.

Commenti

Loading...