Toro, il mercato: in coda per Gosens e scatto per Wolfe

L’Union respinge la prima offerta di Sartori: i granata restano in corsa ma si muovono per il norvegese
Toro, il mercato: in coda per Gosens e scatto per Wolfe© Getty Images

Il mercato del Toro ha una priorità in particolare: l'individuazione di un esterno sinistro forte, di alto livello. Un giocatore affi dabile, un titolare a tutti gli eff etti. Un uomo che la società ha inseguito, invano, per due sessioni consecutive senza mai riuscire a colmare una lacuna rivelatasi pesantissima lungo l'intera stagione. In questo senso, si profi la un duello molto acceso col Bologna, che insegue gli stessi obiettivi del Toro per quella corsia. Due i nomi in questo momento passati al setaccio: Robin Gosens dell'Union Berlin e David Moller Wolfe dell'Az Alkmaar. Profi li interessanti per ragioni diverse e per questo motivo i due club ci stanno lavorando in queste ore.

La situazione di Gosens e Wolfe

Su Gosens la prima mossa l'ha fatta il Bologna, off rendo 7 milioni di euro all'Union Berlin per riportare in Italia uno dei pupilli di Giovanni Sartori ai tempi dell'Atalanta. Operazione in prestito con diritto di riscatto, che però non trova il gradimento del club tedesco: il primo assalto, dunque, è stato subito respinto. Il Toro può rilanciare, ma per l'ex Inter parte in svantaggio rispetto ai rossoblù: la Champions League e Sartori possono giocare un ruolo chiave nell'operazione. Per cui la prima alternativa sarebbe il norvegese Wolfe, altro profi lo monitorato dal Bologna: l'Az, infatti, è un club col quale Sartori ha già condotto delle trattative storiche (su tutte quella che ha portato Teun Koopmeiners a Bergamo). Il classe 2002 gravita in orbita prime squadre, in Norvegia, già dal 2020. Quest'anno ha avuto un ruolo da protagonista nella stagione degli olandesi: 34 presenze in campionato, ma anche 6 gettoni in Conference League che gli hanno consentito di farsi notare in tutta Europa. E poi la nazionale: Wolfe ha già disputato 4 gare con la Norvegia, condividendo lo spogliatoio con la superstar Erling Haaland. Se il Bologna dovesse tuffarsi su Gosens, considerato per status internazionale l’identikit perfetto per un’annata caratterizzata dalla partecipazione alla massima competizione europea, allora il Toro andrebbe dritto su Wolfe.

Toro, priorità alla fascia sinistra

Gli olandesi, però, sicuramente non intendono svenderlo: lo hanno portato ad Alkmaar la scorsa estate prelevandolo dal Brann per 2,5 milioni di euro (facendogli sottoscrivere un contratto fi no a giugno 2028), per cui il valore è almeno raddoppiato, considerato l’ottimo rendimento del ragazzo. Per Vagnati la fascia sinistra è un tarlo, un problema da risolvere prima ancora che la rosa granata si ritrovi al Filadelfia a luglio: non sarà più ammissibile, infatti, una sproporzione di qualità fra le due corsie come quest’anno. Il Toro cerca un clone di Bellanova da impiegare a sinistra. Gosens è un pensiero, Wolfe pure. Per ora sono i due elementi più seguiti, ma se ne potrebbero aggiungere altri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Loading...