Tuttosport.com

Diritti tv, Sky prende tutto: Champions League ed Europa League dal 2018
© Massimiliano Vitez/Ag. Aldo Liverani

Diritti tv, Sky prende tutto: Champions League ed Europa League dal 2018

La piattaforma di Murdoch batte Mediaset: tornerà ad avere le licenze televisive per trasmettere la coppa europea principale e conferma l'acquisto dei diritti per l'altra competizionetwitta

mercoledì 14 giugno 2017

TORINOSky supera Mediaset e torna ad acquisire i diritti tv della Champions League, che trasmetterà nuovamente dall'edizione 2018/2019 (anno in cui i club italiani torneranno ad essere 4 di diritto). L'emittente torna in Champions e raddoppia con i diritti dell'Europa League, come ufficializzato con una nota. L'assegnazione delle licenze per il triennio 2018-19, 2019-20 e 2020-21 dovrebbe portare, successivamente, a una sub-licenza alla Rai per la trasmissione delle partite in chiaro.

«L'acquisizione dei diritti della Champions League è stata ottenuta grazie a un investimento razionale e sostenibile, che ha tenuto conto del valore del prodotto, dell'interesse che suscita anche tra i più giovani e - soprattutto - del nuovo format della competizione, con il quale il numero di partite minimo delle italiane aumenta del 70% rispetto alla media degli ultimi 5 anni», si legge nella nota di Sky.

Diritti tv Serie A 2018-2021, offerte basse. Tavecchio: «Nessun bando»

MEDIASET LASCIA - Nelle ultime due stagioni Mediaset ha trasmesso la Champions League (sia in chairo che in pay-tv) e detiene anche le licenze per la prossima edizione 2017-18, dopo essersi aggiudicata l'ultima asta Uefa con un esborso di 220 milioni di euro l'anno. Rinviata invece ad autunno la gara per i diritti televisivi della Serie A 2018-21 dopo che le offerte raccolte dalla Lega Calcio (tra cui non c'era il Biscione) sono state giudicate insoddisfacenti.

«ORA LA A» - Mediaset, in una nota, segnala di ritenere di aver «fatto la cosa giusta» con «un'offerta importante ma razionale». Ha presentato, spiega, «un'offerta più elevata rispetto a quella precedente in ragione della partecipazione al torneo di quattro squadre italiane» e formulata la propria «visione di evoluzione del mercato pay» con il gruppo impegnato «nella digital transformation dell'offerta». E aggiunge che nella prossima gara per la Serie A «Mediaset si muoverà per garantire ai tifosi la migliore offerta televisiva. Altri operatori hanno invece attribuito alla competizione europea un valore molto più elevato a cui evidentemente è stato aggiunto un maxi-premio extra con l'obiettivo di ottenere una posizione di dominio sul mercato della pay tv». La partecipazione «convinta» alla gara «dimostra che non c'è nessuna volontà da parte di Mediaset di far saltare le aste del calcio come qualche operatore concorrente ha provato a lasciar credere».

Tags: Champions League

Tutte le notizie di Champions League

Approfondimenti

Commenti