Non basta Cristiano Ronaldo, l'Ajax elimina la Juventus: maledizione Champions

La squadra di Allegri si illude con CR7 ma dura poco: van de Beek pareggia, poi la stoccata del Golden Boy De Ligt, inseguito proprio dai bianconeri. Lezione di gioco e di tattica da parte dei Lancieri

Non basta Cristiano Ronaldo, l'Ajax elimina la Juventus: maledizione Champions© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.

TORINO - Cristiano Ronaldo illude l'Allianz Stadium, ma il cammino della Juventus in Champions League si ferma nuovamente ai quarti di finale. E se nella scorsa edizione i bianconeri si erano sentiti defraudati per quanto capitato al Bernabeu contro il Real Madrid, quest'anno il verdetto è assolutamente ragionevole. Un verdetto che rende onore all'Ajax, capace di centrare un'altra impresa in trasferta dopo il 4-1 inflitto al Real nel turno precedente. Gli olandesi passano in svantaggio, riequilibrano il match dopo pochi minuti e, in un secondo tempo dominato, trovano la rete decisiva con De Ligt, uno che la Juventus vorrebbe mettere sotto contratto.

Cristiano Ronaldo non basta, Juventus eliminata
Guarda la gallery
Cristiano Ronaldo non basta, Juventus eliminata

SENZA ENERGIE - Allegri si concede un solo cambio rispetto alle indiscrezioni della vigilia (dentro De Sciglio per Cancelo), Ten Hag non regala sorprese, anche se perde subito Mazraoui per una distorsione alla caviglia destra: dentro Sinkgraven. La Juventus tiene in mano il gioco, senza puntare con convinzione la porta: Dybala, sostituto dell'infortunato Mandzukic, ci prova dalla distanza, Onana è bravo sul suo sinistro. Bianconeri avanti con il solito Ronaldo, De Ligt lo perde su angolo e viene punito di testa al 28'. L'Ajax è bravo, e fortunato, a impattare sull'1-1 sei minuti dopo, quando Ziyech calcia in maniera sballata dal limite. sulla traiettoria c'è Van de Beek, che fulmina Szczesny.

KEAN NON VA - Nella ripresa entra Kean per un deludente Dybala, ma la Juventus non si accende. Anzi, l'Ajax prende progressivamente possesso del campo, togliendo spazio ai bianconeri sul piano del ritmo e della posizione. Szczesny regala un miracolo con la mano sinistra su incursione di Ziyech al 7' e si ripete cinque minuti dopo su un tiro a giro di Van de Beek, indirizzato sotto la traversa. La Juventus è tutta in una conclusione di Kean dal limite, che finisce sul fondo, poi è sempre e solo Ajax. Pjanic compie un miracolo in chiusura, intercettando una palla diretta a Ziyech, liberissimo in area, poi arriva il colpo del ko: De Ligt su angolo prende il tempo al duo Alex Sandro-Rugani e fissa il 2-1. Ci sono ancora un'occasione per Neres (che calcia fuori dopo appoggio sballato di Rugani di testa) e per le proteste bianconere per un rigore non concesso al 90', ma la palla sembra prima colpire il corpo di Blind e poi il braccio. Olandesi in semifinale, la Champions resta per la Juventus una maledizione.

Champions, i migliori video

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...