Tuttosport.com

Champions League, Psg in finale: Lipsia battuto 3-0

0

All'Estadio Da Luz apre le marcature Marquinhos al 13' e in chiusura di primo tempo Di Maria raddoppia. Nella ripresa chiude i giochi il colpo di testa di Bernat. La squadra di Tuchel aspetta la vincente tra Bayern Monaco e Lione

Champions League, Psg in finale: Lipsia battuto 3-0
© EPA
martedì 18 agosto 2020

LISBONA - Il Paris Saint-Germain è la prima finalista della Champions League. La squadra di Thomas Tuchel elimina il Lipsia con il risultato di 3-0 e approda all'ultimo atto della competizione, dove aspetta la vincente tra Bayern Monaco e Lione. Apre le marcature al 13' Marquinhos con un colpo di testa su assist di Di Maria, poi l'argentino firma il 2-0 in chiusura di primo tempo dopo uno splendido assist di tacco di Neymar e nella ripresa sforna il pallone del 3-0 siglato da Bernat

Lipsia-Psg, il tabellino del match

Lipsia-Psg, il primo tempo

Nagelsmann conferma Nkunku e Olmo alle spalle dell'unica punta Poulsen. Tuchel rinuncia a Icardi e schiera il tridente Di Maria-Mbappé-Neymar. La prima occasione è dei tedeschi: Nkunku si gira e tira, ma il destro deviato finisce comodo nelle braccia di Sergio Rico. Il Psg risponde con Neymar, che al 6' colpisce un palo dopo essere stato assistito da Mbappé. Un minuto più tardi, il francese realizza l'1-0 dopo un rinvio sbagliato di Gulacsi, ma l'arbitro vede un fallo di mano dell'attaccante e annulla la rete del vantaggio parigino. Il Psg insiste e il gol che sblocca il risultato arriva al 13': Di Maria calcia una punizione defilata verso il centro dell'area, il più rapido ad arrivare sul pallone è Marquinhos che anticipa tutti e infila il portiere. Tre minuti dopo Mbappé va vicino al raddoppio, ma Gulacsi è bravissimo a dirgli di no in uscita. Il Lipsia reagisce al 25': Laimer appoggia per Poulsen, il quale tira sul primo palo ma non trova lo specchio. A dieci minuti dal termine del primo tempo Neymar colpisce un altro legno: il brasiliano tenta di sorprendere Gulacsi con una punizione da posizione defilata e colpisce la parte esterna del palo. Il raddoppio del Psg arriva al 42': Gulacsi sbaglia il passaggio rasoterra, Paredes lo rimette in mezzo e Neymar libera Di Maria con un tacco favoloso al volo: l'argentino non può far altro che mettere alle spalle del portiere. La squadra di Tuchel cerca la giugulare della partita e sfiora il tris con Neymar al 44': Mbappé serve in mezzo il compagno che cerca di chiudere sul primo palo, ma la palla termina di un soffio fuori.

Lipsia-Psg, il secondo tempo

Subito due novità per Nagelsmann all'inizio della ripresa: fuori Nkunku e Olmo, dentro Forsberg e Schick. Il Lipsia pressa e prova a rientrare in partita, ma al 56' arriva il gol che chiude definitivamente il match. Mukiele perde palla, resta a terra, protesta per un presunto fallo e lascia in gioco Bernat, che riceve il cross di Di Maria e di testa firma il 3-0. Al 70' Mbappé sfiora il poker: l'attaccante riceve un cross dalla destra e, di testa, sfiora il primo palo. Due minuti più tardi arriva un'altra doppia occasione per la squadra di Tuchel: Gulacsi si oppone prima su Mbappé, poi sul tentativo di Paredes. Il portiere tiene a galla il Lipsia con altri due interventi a dieci minuti dal termine sulla punizione di Di Maria e sulla ribattuta dell'ex Roma, ma i tedeschi ormai hanno alzato bandiera bianca. Nel finale rientra in campo Verratti dopo l'infortunio subito in allenamento: un'ottima notizia in vista della finale. 

Caricamento...

Prossimo turno

La Prima Pagina