Tuttosport.com

Psg-Bayern 0-1: un super Coman regala la Champions ai bavaresi

0

L'ex della Juve segna il gol che decide la finale. Deludono Neymar e Mbappé, Icardi guarda la sfida dalla panchina

Psg-Bayern 0-1: un super Coman regala la Champions ai bavaresi
© Getty Images
 Valerio Minutiello domenica 23 agosto 2020

Il Bayern conquista la sua sesta Champions. La più surreale della sua storia, nella finale a porte chiuse al Da Luz di Lisbona vinta 1-0 dopo le final eight. Aggangiato il Liverpool, meglio hanno fatto solo Milan (7) e Real Madrid (13). Decisivo Coman, l'ex Juve nato proprio nelle giovanili del Psg, preferito a Perisic da Flick. Una mossa che si è rivelata vincenteIl club parigino si inchina alla potenza e alla maggiore esperienza dei bavaresi, e di un prodotto del suo vivaio. La prima finale di Champions della sua storia è amara. Deludono Mbappé e Neymar. Icardi guarda tutta la sfida dalla panchina, non entra nemmeno quando c'è da recuperare. Protagonista della finale anche Orsato, che ha diretto bene una gara comunque molto corretta. Unico episodio dubbio, un contatto in area tra Mbappé e Kimmich nella ripresa sull'1-0. Vince con merito il Bayern, che stabilisce anche un record: ha vinto tutte le 11 partite dall'inizio alla fine della competizione. Lewandowski è rimasto a secco, e non ha eguagliato quindi il record di 17 gol di Ronaldo, ma ha alzato la sua prima Champions

Icardi in panchina

Il Psg alla sua prima finale ha di fronte la veterana Bayern, che ne ha giocate 11, meno solo del Real Madrid (16). Tuchel conferma il 4-3-3 con il tridente formato da NeymarMbappé e Di Maria. Icardi parte dalla panchina. Nel Bayern l’unica novità rispetto alla semifinale è rappresentata dall’ex juventino Coman, che parte titolare al posto di Perisic. La partita è viva, bella e giocata a ritmi alti fin dall'inizio. La prima occasione è per il Psg: al 18’ Neuer è bravo a salvare d’istino sul sinistro di Neymar. Il Bayern risponde subito con Lewandowski, che al 22’ colpisce il palo dal centro dell’area. Al 25’ il Bayern perde Boateng, che lascia il campo per infortunio: al suo posto entra Sule. Al 31’ è ancora pericoloso Lewandowski, ma Navas è bravo a respingere il colpo di testa del bomber bavarese.

Mbappé, che errore

La più grande occasione del primo tempo capita sui piedi di Mbappé proprio nel finale: clamoroso l’errore dell’attaccante francese, che tira centrale e debole da posizione centrale, graziando Neuer dopo un pasticcio della difesa del Bayern. Sul ribaltamento di fronte c’è un contatto in area dubbio tra Coman e Marquinhos, ma Orsato è vicinissimo e dice che non c’è nulla di irregolare.

La decide Coman

Nella ripresa si riparte con gli stessi ritmi. Sale subito la tensione per un intervento di Gnabry su Neymar su cui si accende una piccola rissa, partita per una reazione di Paredes, poi ammonito da Orsato. La partita si sblocca al 59', grazie a un colpo di testa di Coman, lasciato colpevolmente libero da Kehrer. Al 62' ancora uno scatenato Coman va a un passo dal 2-0 in un'azione simile a quella del vantaggio, ma questa volta ci va con il piattone e non inquadra la porta. L'occasione per il pareggio al 70' capita sui piedi di Marquinhos, ma Neuer ancora una volta alza il muro con un riflesso spettacolare. Al 73' Mbappé reclama il rigore per un contatto in area con Kimmich, ma Orsato lascia proseguire. Il Psg comincia a mostrare segnali di stanchezza e piano piano molla, anche se al 91' ha una grandissima chance con Choupo-Moting, che non trova la deviazione vincente davanti a Neuer su assist delizioso di Neymar. E' l'ultimo sussulto, trionfa il Bayern Monaco, che centra il nono triplete della sua storia chiudendo nel migliore dei modi una grande stagione. 

Psg-Bayern 0-1: tabellino e statistiche

psg Bayern Champions Psg-Bayern

Caricamento...

Prossimo turno

La Prima Pagina