Tuttosport.com

Messi non lascia: “Continuerò con l’Argentina”
© Getty Images
0

Messi non lascia: “Continuerò con l’Argentina”

Il fuoriclasse non dà l’addio alla nazionale nonostante la delusione di Coppa America: “In questo gruppo mi sento bene”. Sul ko è una furia: "Arbitraggio non equo, è tutto in mano al Brasile!"

mercoledì 3 luglio 2019

BELO HORIZONTE (Brasile) - Leo Messi ha dichiarato che vuole continuare a giocare in Nazionale nonostante la sconfitta in semifinale subita contro il Brasile in Coppa America che ha battuto l’Argentina per 2-0. "Se devo continuare ad aiutare in un modo o nell'altro lo farò, mi sento bene in questo gruppo", ha detto la stella del Barcelona dopo la partita. Messi ancora una volta ha fallito a 32 anni il suo tentativo di vincere il trofeo con l'Argentina, che non vince la Coppa America dal 1993. L'argentino ha già annunciato più volte in passato che non avrebbe più indossato la maglia dell’Albiceleste salvo poi cambiare idea.

Messi è una furia

"Sono arrabbiato perché abbiamo fatto una grande partita - le parole della Pulce -. Abbiamo preso due legni, loro hanno trovato il primo gol e il secondo lo hanno realizzato in un'azione nella quale c’è stato negato un rigore su Aguero, ma c’è anche il colpo ricevuto in area da Otamendi e in entrambe le occasioni non c’è stato l'intervento del Var, veramente incredibile. Non ci hanno dato due rigori, ma al di là di questo tutta la partita è stata arbitrata in una certa maniera, ogni minimo contatto era punizione per loro e cartellini gialli per noi. La Conmebol dovrebbe qualcosa per questo tipo di arbitraggi, ma nessuno farà nulla perché il Brasile ha tutto in mano. Non sono scuse, noi non abbiamo nulla da rimproverarci, diciamo che non abbiamo avuto fortuna".

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...