Inter, Inzaghi: "Juve fortissima, i dettagli faranno la differenza"

Le parole del tecnico nerazzurro alla vigilia della finale di Coppa Italia contro i bianconeri

Inter, Inzaghi: "Juve fortissima, i dettagli faranno la differenza"© Inter via Getty Images

ROMA - "Essere qui è motivo di grande orgoglio per noi, la partita sarà trasmessa in tutto il mondo. E' una finale, una partita importantissima. Le finali vanno giocate con determinazione e aggressività, non ci sono ricette. Sappiamo che abbiamo un avversario molto forte e dovremo dare il 120% per alzare il secondo trofeo stagionale". Lo ha dichiarato Simone Inzaghi nella conferenza stampa della vigilia della finale di Coppa Italia tra Juve e Inter. Il tecnico nerazzurro ha aggiunto: "Questa settimana sappiamo quanto è importante. Insieme allo staff sappiamo quello che abbiamo fatto fin qui, sapevamo da dove siamo partiti e cosa trovavamo. Le aspettative sono cresciute. Dopo la finale, penseremo allo scudetto".

Il pronostico di Juve-Inter

Le parole di Handanovic in conferenza

Le parole di Inzaghi in conferenza

"Penso che ripensando all'8 luglio, alla presentazione, non sia stato fatto un grande lavoro ma un grandissimo lavoro. L'8 luglio non mi sarei aspettato tutto questo, ci stiamo giocando ancora tutto e siamo a maggio. I dettagli faranno la differenza. In campo ci sarà tantissima qualità, dovremo essere bravi a gestire le situazioni volta per volta. Mi fanno piacere i numeri. Lo devo alla squadra che, come detto prima, ha seguito in tutto e per tutto lo staff. Domani sarà la cinquantesima partita della stagione, per otto mesi abbiamo espresso un’ottimo calcio. Probabilmente abbiamo perso qualche punto nelle ultime sette, se tornassi indietro ne perderei ancora. Va bene così. Dobbiamo dimenticare per un istante il campionato. Domani è mercoledì, poi domenica ci sarà la penultima giornata. Avremmo preferito giocare la finale al termine di tutto, ma si è deciso così anzitempo” ha spiegato Inzaghi.

Le parole di Allegri in conferenza

Inzaghi: "Sarà una partita aperta"

Il tecnico dell'Inter ha poi aggiunto: "Giocare all'Olimpico sarà un'emozione particolare, qui ho fatto la mia carriera da giocatore e da allenatore, ho passato tanti anni, rivedrò tante persone che mi hanno voluto bene e mi hanno fatto stare bene. Ora sono all'Inter, ne sono orgoglioso e siamo pronti per giocarci Coppa Italia e scudetto. Contro i bianconeri abbiamo giocato tre volte quest'anno, tutte partite diverse, ognuna con la propria storia, con le proprie tattiche. Sarà  una sfida aperta domani sera, dovremo sbagliare il meno possibile. Bisognerà mettere il cuore in campo, lo abbiamo sempre fatto finora in stagione e lo faremo anche domani". Poi, sul calendario: "Avremmo preferito giocare la finale al termine del campionato, ma conoscevamo il calendario da inizio stagione. Mi sono sempre adeguato e lo faccio anche stavolta: dobbiamo pensare solo alla Juve, poi ci concentreremo sulle ultime due gare e ci giocheremo lo scudetto con il Milan".

Inzaghi e le scelte di formazione

Infine, sulle scelte di formazione: "Le scelte di formazione non saranno influenzate dal campionato. Ho tutta la rosa a disposizione ad eccezione di Vecino, che ieri ha avuto un problema, ha stretto i denti, si è allenato ugualmente ma stamattina si è fermato. Nulla di grave ma domani non sarà disponibile. Bastoni invece è tornato ad allenarsi in gruppo, è recuperato ma dovrò valutarlo bene. Ho sempre diversi dubbi sulla formazione. Calhanoglu ha fatto un'ottima stagione, riesce ad abbinare quantità e qualità, ha fatto il salto definitivo. E' un centrocampista completo, ha voglia di lavorare e continuerà a fare bene".

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...