Coppa Italia, ok Monza e Parma: fuori Venezia, Verona e Frosinone

Gli uomini di Stroppa passano con il gol decisivo di Gytkjaer. I lagunari vengono sconfitti 3-2 dall'Ascoli di Bucchi. Al Bentegodi disastro scaligero: Cheddira show firma una tripletta. I ducali espugnano l'Arechi con due reti alla Salernitana
Coppa Italia, ok Monza e Parma: fuori Venezia, Verona e Frosinone© www.imagephotoagency.it

ROMA - Proseguono i trentaduesimi di Coppa Italia. Nella gare serali sono arrivati il colpaccio del Parma all'Arechi contro la Salernitana (0-2) e la vittoria nel finale per 3-2 del Monza contro il Frosinone (decisivo Gytkjaer). Gli uomini di Pecchia ai sedicesimi giocheranno contro il Bari che nel pomeriggio ha liquidato l'Hellas Verona con un netto poker al Bentegodi (1-4). Tripletta show di Cheddira. I brianzoli avranno come avversari nel prossimo turno l'Udinese. Il Venezia di Javorcic, falcidiato da casi Covid e parecchi assenti, viene sconfitto 3-2 dall'Ascoli. Ai sedicesimi gli uomini di Bucchi affronteranno la Sampdoria

Venezia-Ascoli 2-3

Al Penzo il Venezia, falcidiato da casi Covid e assenti e con in campo parecchi Primavera, parte con il giusto piglio anche se le occasione da gol stentano ad arrivare. Al 36' è l'Ascoli a portarsi in vantaggio sugli sviluppi di un corner: corto assist di Bidaoui in area per l'accorrente Saric (il centrocampista bosniaco ex Carpi è nel mirino della Samp) che, con un potente sinistro, supera Joronen. Il secondo tempo prende il via con lo stesso spartito del primo: Venezia propositivo sul piano della personalità ma quasi mai pericoloso dalle parti di Leali. L'Ascoli va al raddoppio al 70' con l'appoggio in rete di Falzerano su cross dalla destra di Ciciretti. Quasi allo scadere del match si scatena il diciottenne Mikaelsson. Nel giro di due minuti (88' e 88') l'islandese fa doppietta, prima con un tap-in facile su assist di Novakovich e poi con un pregevole pallonetto a superare Leali. Succede di tutto nel finale di gara. Al 90+1' l'autorete del 18enne Baudouin condanna il Venezia e decreta il passaggio del turno dell'Ascoli di Bucchi

Venezia-Ascoli: tabellino e statistiche

Hellas Verona-Bari 1-4

Grande protagonista sin dai primi minuti si rivela l'attaccante dell'Hellas Verona, Kevin Lasagna. Dopo due tentativi non andati a buon fine, al 16' al terzo tentativo l'ex Udinese trova la rete con un facile destro a porta vuota, dopo un tentativo di colpo di testa di Henry su suggerimento di Lazovic. Al 24' Ceccherini costretto ad abbandonare il campo dolorante (al suo posto Magnani) dopo il tackle subito da Ruben Botta. La reazione del Bari non si fa attendere e al 30' i galletti trovano il pareggio con Folorunsho: il centrocampista finalizza di testa dopo un'azione personale di Cheddira. Al 44' splendida l'azione tutta in verticale del Bari che dal portiere, Elia Caprile, si conclude con il gol di Cheddira che si fa beffe di Gunter e spiazza Montipò. Poco dopo i pugliesi vanno vicino al tris con Maita ma si supera il portiere gialloblù. Nella ripresa al 52' Hongla ferma fallosamente e ingenuamente in area la percursione di Maita: dal dischetto Cheddira firma la sua personale doppietta spiazzando Montipò. Al 69' l'Hellas rimane in 10 per l'espulsione di Faraoni: fallo e reazione scomposta del difensore gialloblù su Botta sanzionata con il cartellino rosso. Al 78' dilaga la formazione di Mignani con la tripletta di Cheddira: destro a incrociare da pochi passi che batte Montipò.

Hellas Verona-Bari: tabellino e statistiche

Salernitana-Parma 0-2

All'Arechi nei primi 45 minuti le due squadre provano a imbastire azioni offensive ma non riescono a superarsi. I granata provano a impensierire Chichizola con i tiri di Bothem, Lassana Coulubaly e Kechrida, i ducali con Inglese, Bernabè e Man. Nella ripresa la partita si sblocca con la rete siglata dal Parma al 59'. Drissa Camara, appena entrato al posto di Dennis Man, supera Sepe con un tap-in vincente dopo la respinta del portiere granata su tiro di Bernabè. Al 74' raddoppia il Parma con Mihaila che insacca in rete dopo errore collettivo della difesa granata. 

Salernitana-Parma: tabellino e statistiche 

Monza-Frosinone 3-2

Nei primi minuti di gioco la partita risulta molto chiusa con poche azioni offensive degne di nota. Al 24' rigore per il Monza: ingenuo il fallo di Ben Lhassine Kone su Birindelli in area di rigore. Dal dischetto Valoti porta avanti i brianzoli al 25'. Un minuto dopo Kone prova a farsi subito perdonare con un slalom in area avversaria: il suo tiro angolato viene parato da Cragno con un grande intervento. Al 40' rigore bis Monza per il fallo di Oyono su Valoti. Questa volta si presenta dagli undicime metri Caprari che non sbaglia: palo-gol e 2-0 brianzolo al 43'. In avvio di ripresa il Frosinone trova il pareggio al 52' con il tiro di Haoudi deviato da Ranocchia: Cragno beffato. Al 56' pareggio degli uomini di Fabio Grosso con Lhassine Kone, bravo a pescare il tiro vincente dopo una carambola in area di rigore brianzola. All'83' arriva il gol decisivo di Gytkjaer su assist di Colpani. Il Monza vince 3-2 e si qualifica al prossi turno.

Monza-Frosinone: tabellino e statistiche

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...