Europei 2016

Euro 2016, Repubblica Ceca-Turchia 0-2: Yilmaz e Tufan, Terim ci crede ancora
© EPA

Euro 2016, Repubblica Ceca-Turchia 0-2: Yilmaz e Tufan, Terim ci crede ancora

I cechi salutano l'Europeo, mentre l'Imperatore spera di qualificarsi tra le migliori terzetwitta

martedì 21 giugno 2016

di Davide Palliggiano

LENS (Francia) - Mai sottovalutare l'orgoglio del turchi. La nazionale di Terim batte 2-0 la Repubblica Ceca e la butta fuori da Euro 2016 grazie alle reti di Burak Yilmaz e Ozan Tufan, chiude terza dietro Croazia e Spagna, ma per sperare negli ottavi si dovranno incastrare un po' di risultati nell'ultima giornata della fase a gironi dei gruppi E ed F. 

REPUBBLICA CECA-TURCHIA 0-2: STATISTICHE E TABELLINO

TERZE CLASSIFICATE, LA SITUAZIONE

LE SCELTE - Terim opta per una formazione super offensiva: dentro contemporaneamente Burak Yilmaz, Arda Turan, Sen e il talentuosissimo Emre Mor (già del Borussia Dortmund). Assente Rosicky, Vrba schiera Necid con Dockal e Krejci ai suoi lati.

LAMPO BURAK - Alla Turchia serve vincere con un bel po' di gol di scarto per sperare di arrivare tra le migliori 4 terze. L'inizio fa ben sperare, perché la nazionale di Terim passa già al 10': cross di Emre Mor sulla destra, movimento da centravanti vero di Burak Yilmaz e destro sul primo palo che fulmina Cech. Il vantaggio turco scuote la Repubblica Ceca, che annienta gli avversari dal punto di vista del gioco e delle occasioni create, ma non trova il pari. Darida ci prova con un sinistro da fuori area, l'ex Udinese Sivok - di testa - colpisce il palo sugli sviluppi di un corner (15'), poi Necid non trova la porta con un esterno destro (25'). Alla mezz'ora ci prova pure Kaderabek, ma arriva tardi in spaccata sulla sponda di Necid. L'ultima occasione è di Plasin, con un sinistro da lontano respinto da Volkan.

RADDOPPIO TUFAN - Nella ripresa la Turchia raddoppia al 65' con Tufan, che risolve con un gran destro all'incrocio una mischia in area di rigore (in fuorigioco Topal, autore dell'assist). Con questo gol Terim raggiunge De Biasi e la sua Albania a quota 3 punti e differenza reti -2 (ma con più gol fatti all'attivo). Non è  ancora abbastanza per qualificarsi tra le migliori terze. Tutto si deciderà nelle ultime partite di girone E ed F. L'Imperatore incrocia le dita, come tutta la Turchia. 

Tags: Euro 2016Repubblica CecaTurchia

Tutte le notizie di Il commento

Approfondimenti

Commenti