Tuttosport.com

Italia-Bosnia 2-1: rimonta firmata da Insigne e Verratti
© /Agenzia Aldo Liverani S.a.s.
0

Italia-Bosnia 2-1: rimonta firmata da Insigne e Verratti

Gli Azzurri di Mancini restano a punteggio pieno nel girone di qualificazione a Euro 2020: Dzeko illude, poi il capolavoro del capitano del Napoli e il gol nel finale del centrocampista del Psg fanno il resto

martedì 11 giugno 2019

TORINOAlla fine la decide Verratti. Dzeko illude, Insigne la pareggia con un capolavoro dal limite e il centrocampista del Psg di destro firma il 2-1 con il quale l’Italia batte la Bosnia di Pjanic all’Allianz Stadium permettendo così a Roberto Mancini di restare al primo posto del Girone J a punteggio pieno: la Nazionale ha un piede e mezzo agli Europei del 2020. La Finlandia, seconda del gruppo, è a -3 mentre le altre rivali più accreditate (Bosnia, appunto, e Grecia) sono già a -8.

Italia-Bosnia 2-1: tabellino e statistiche

Dzeko illude la Bosnia

La furbizia di Prosinecki sta nell’annullare le due fonti di gioco azzurre: Visca e Gojak marcano praticamente a uomo Jorginho e Verratti eludendo così la costruzione dell’Italia che, dopo un bell’avvio di gara sulla falsariga delle altre sfide del girone, fatica un bel po’. La partita appare più complicata del previsto, un sentore lo si ha già dopo venti minuti quando l’intervento provvidenziale di Bonucci in spaccata evita l’1-0 della Bosnia. Il vantaggio è solo rimandato perché al 32’ Dzeko capitalizza un’azione d’autore: tacco di Besic, cross dalla destra di Visca e facile piattone del quasi ex attaccante della Roma. Le urla dalla panchina di Roberto Mancini sembrano svegliare nel finale di primo tempo gli azzurri: Quagliarella maledice il gran riflesso di Sehic (41’) mentre Bernardeschi si lascia andare a un tiro troppo timido dalla distanza.

Verratti illumina lo Stadium

Fuori Quagliarella, dentro Chiesa: il tridente atipico dell’Italia si concretizza all’inizio del secondo tempo. Mancini opta per il falso nueve con Bernardeschi che si sposta al centro. La fantasia sale al potere, la dimostrazione palese arriva al 49’ con Insigne che scaraventa in rete (al volo dal limite dell’area!) l’angolo calciato dal collega di reparto juventino portando l’Italia sull’1-1. Il buon momento azzurro viene reso più opaco dal trittico delle occasioni capitate alla Bosnia e qui c’è da ringraziare un ottimo Sirigu, autore di alcune parate decisive. Insigne si ripete poco più tardi, stavolta di testa sul suggerimento di Barella e questa è una novità: bravo però Sehic a sbarrargli la strada. Stesso risultato sulla zuccata di Chiellini: qui ha la peggio Edin Dzeko, costretto momentaneamente a lasciare il campo per una ferita al capo. Chi fa impazzire l’Allianz Stadium è Verratti all’86’ con una conclusione al giro sul secondo palo che vale il 2-1 definitivo.

Commenti

La Prima Pagina