Tuttosport.com

Qualificazione Euro 2020: l'Olanda di De Ligt strapazza la Germania
© AFPS
0

Qualificazione Euro 2020: l'Olanda di De Ligt strapazza la Germania

Gli Orange battono in rimonta 4-2 ad Amburgo la Mannschaft. Poker esterno anche della Croazia guidata da Brozovic e Rebic. Brutto ko, invece, per la Polonia di Piatek

venerdì 6 settembre 2019

TORINO - Nella serata di qualificazioni ad Euro 2020 spicca la pirotecnica vittoria per 4-2 dell'Olanda sulla Germania ad Amburgo. Colpo esterno anche della Croazia che rifila un pesante 4-0 alla Slovacchia. Cade, invece, la Polonia di Piatek a Ljubljana contro la Slovenia guidata da un super Ilicic. Tutto facile per il Belgio che batte San Marino per 4-0

Qualificazioni Euro2020: risultati, calendario e classifiche

Olanda show, 4-2 in rimonta alla Germania

Al Volksparkstadion di Amburgo è degli ospiti il primo squillo con Depay che prova da fuori ma il suo tiro è troppo centrale per spaventare Neuer. Al 9', in contropiede, arriva il vantaggio della Mannschaft con Gnabry che si avventa sulla respinta di Cilessen sulla conclusione di Klostermann per firmare l'1-0. Nella ripresa è tutt’altra Olanda. Gli orange spingono alla ricerca del pari: al 55’ ci vanno vicino con Wijnaldum ma Neuer dice no. Il portiere del Bayern tre minuti più tardi però non può far nulla sull’incursione vincente di De Jong che sfrutta l’indecisione di Tah e Schulz per siglare il meritato 1-1. Al 65’ arriva il sorpasso grazie all’autorete di Tah sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Al 72’ la Germania si guadagna un calcio di rigore per fallo di mano del bianconero De Ligt: dal dischetto si presenta Kroos che firma il 2-2. Al 79' arriva il nuovo vantaggio dell'Olanda con Wijnaldum che regala un pallone solo da spingere in rete al neoentrato Malen. Nel finale, in contropiede, Wijnaldum firma il definitivo 4-2.

Germania-Olanda: tabellino e statistiche

Poker della Croazia a Trnava

Alla City Arena di Trnava è la Croazia a fare la partita ma la superiorità croata si concretizza solamente allo scadere della prima frazione con Vlasic che, ben assistito da Brozovic, con un destro dal limite supera Dubravka. La ripresa inizia con il 2-0 della Croazia che porta la firma dell'ex Inter Perisic che sfrutta nel migliore dei modi l'assist del milanista Rebic. Al 72' arriva anche il tris firmato dall'ex conoscenza del calcio italiano Bruno Petkovic. Mette la firma sul definitivo 4-0 il centrale del Liverpool Lovren su assist di Brozovic, tra i migliori in campo. Con questa vittoria la squadra di Dalic vola aggancia in testa al gruppo E con 9 punti l'Ungheria. 

Slovacchia-Croazia: tabellino e statistiche

L' ItalPolonia va ko, vince la Slovenia di Ilicic

Brutto ko per la Polonia in Slovenia. Girone G riaperto: Lewandowski e compagni rimangono in testa con 12 punti, seguiti dall'Austria a 9 e dalla vittoriosa selezione slava a 8 (al pari di Israele). Il ct Brzeczek rinuncia a Szczesny in favore di Fabianski, col portiere della Juve che si siede in panchina insieme agli altri 'italiani' Skorupski, Cionek e Linetty, con Bereszynski, Zielinski Piatek a rappresentare in campo la Serie A. La partita, avara di emozioni, è sbloccata in mischia da Aljaz Struna al 35', con il centrocampista della Spal Jasmin Kurtic che sfiora il raddoppio al 52' con un missile terra-aria, dopo un controllo di palla sopraffino, che esce per (pochissimi) centimetri. Appuntamento rimandato di soli 13', quando l'atalantino Ilicic propizia il 2-0 di Sporar che chiude di fatto l'incontro.

Slovenia-Polonia: tabellino e statistiche

Tutto facile per il Belgio

Il ct Roberto Martinez rinuncia a Mertens (per 55'), Lukaku e all'ex Samp Praet (per 76'), assegna invece la corsia destra a Meunier, la scorsa settimana vicino al passaggio alla Juventus. Lo Stadio Olimpico di Serravalle è teatro di una sfida in cui San Marino, con sudore e sacrificio, mantiene lo 0-0 fino ad un passo dal riposo (43'), quando Batshuayi sblocca il match dal dischetto. La rete taglia le gambe ai padroni di casa che nella ripresa concedono parecchio: il primo ad approfittarne è il napoletano Dries Mertens, in campo da due minuti, con un tap-in di testa a porta vuota. Più tardi arriva il 3-0 di Chadli. A tempo scaduto (92'), il poker (e doppietta personale) di Batshuayi. Belgio in testa al girone I a punteggio pieno (15 su 15).

San Marino-Belgio: tabellino e statistiche

Punteggio tennistico per l'Austria. Russia corsara in Scozia

Alla Red Bull Arena di Salisburgo l'Austria domina la Lettonia. In campo per 69' minuti il neo nerazzurro Lazaro che ha lasciato il posto ad Ilsanker. Finisce 6-0 per i padroni di casa con mattatore della serata Arnautovic autore di una doppietta. Le altre reti portano le firme di Sabitzer, Laimer, Gregoritsch ed autorete di Steinbors. Nel girone del Belgio, tiene il passo la Russia vittoriosa per 2-1 in Scozia (Dzyuba al 40' e l'autorete di O'Donnell al 59' vanificano il vantaggio di McGlinn dopo 10'), mentre termina 1-1 l'anticipo delle 18 tra Cipro Kazakistan (reti di Schetkin al 2' e Sotiriou al 39'). Alla stessa ora, la Bielorussia s'impone 2-1 in Estonia nel derby "ex sovietico" tra due Nazionali, al fischio d'inizio, ferme ancora a 0 punti: Naumov (48') viene raggiunto da Sorga (54'), fino al gol-vittoria a tempo scaduto (92') di Skavysh. Chiude il quadro il match tra Galles ed Azerbaigian, conclusosi 2-1 in favore di Bale e compagni grazie alla sfortunata autorete di Pashaev (26') ed ad sigillo dell'esterno del Real Madrid (84'), dopo il momentaneo pari di Emreli (58').

Germania Olanda Croazia

Caricamento...
Caricamento...
Caricamento...

La Prima Pagina