Tuttosport.com

Italia, Bonucci: “Con la Grecia deve essere una serata storica”
© Getty Images
0

Italia, Bonucci: “Con la Grecia deve essere una serata storica”

Il leader azzurro alla vigilia della sfida decisiva per la qualificazione a Euro2020: “Avremo bisogno del pubblico. La visita al Bambin Gesù? Un momento che ci ha regalato emozioni forti”

venerdì 11 ottobre 2019

ROMA - "Ci aspetta una partita difficile e avremo bisogno del pubblico. Abbiamo il dovere di regalare una serata storica agli italiani". Così Leonardo Bonucci, capitano e difensore della Nazionale, alla vigilia della sfida contro la Grecia allo stadio Olimpico che potrebbe regalare agli Azzurri la qualificazione a Euro 2020. "Sarebbe emozionante perché nei dieci anni in cui ho vestito la maglia della Nazionale raggiungere un obiettivo con così largo anticipo non è mai successo. Questo vuol dire che abbiamo fatto un grande lavoro", ha spiegato in conferenza stampa. Il difensore della Juve è poi tornato sulla visita di ieri degli Azzurri al Bambin Gesù: “Momenti che ci hanno regalato emozioni forti. Chi ha vissuto quella realtà sa cosa si prova a stare per giorni dentro certi reparti. È anche vero che i bambini sono il sorriso della vita, ci regalano ogni giorno forza e speranza. Ieri ne ho visti alcuni in condizioni difficili, ma sempre col sorriso sulle labbra: noi molto spesso ci troviamo davanti ad episodi di violenza, invidia, cattiveria, questi bimbi devono essere un esempio, dobbiamo prendere la loro forza. Siamo contenti di aver passato con loro un pomeriggio”.

Mancini: "Italia a Euro2020 per arrivare in fondo"

Bonucci: “Ogni tanto sono l’unico della Juve”

"Sono anche l'unico italiano della Juve, ogni tanto (ride ma dimentica Bernardeschi, ndr). È una situazione particolare, c'è sempre stato un blocco e alle volte questo è importante per gestire Mondiali ed Europei, diventa tutto più facile. Il gruppo però è stato da un po' di anni insieme, è affiatato, consolidato, ci troviamo a meraviglia giorno dopo giorno. Ovvio che l'esperienza in una grande squadra è diversa da quella che puoi fare in squadre di un gradino meno. Potremo avere problemi andando avanti, a livello di esperienza... Domani sera giocherò la 92° gara, per arrivare a 100 dovrò giocarle tutte all'Europeo. A prescindere dai record e i traguardi personali, vogliamo regalare una grande partita e una vittoria, con tre gare di anticipo, che non credo sia mai stato ottenuto dalla Nazionale. Godiamoci la serata".

Caricamento...

La Prima Pagina