Shevchenko: "Europeo? Italia favorita. Vorrei allenare il Milan"

Le dichiarazioni del ct dell'Ucraina: "Ibrahimovic è un campione diventato ancora più leader. Eviterei gli azzurri perché propongono un bel calcio"

Andriy Shevchenko (Ucraina), Pallone d'oro 2004© AFPS

Il commissario tecnico dell'Ucraina, Andriy Shevchenko, ha rilasciato alcune dichiarazioni sull'Europeo ai microfoni di Radio Anch'io lo sport, su RadioRai: "L'Italia è una grande Nazionale, una squadra che può vincere l'Europeo: per me sarebbe un grande successo se riuscissimo a passare il turno: gli azzurri sono avversari che vorrei evitare, perché hanno una bella proposta di calcio e sono guidati da un grande allenatore. Il calcio si muove soprattutto con le nuove regole, il Var ha aiutato molto la sua crescita, è stato utile per addetti ai lavori e spettatori - prosegue l'ucraino -. Meglio incontrare subito l'Olanda nel girone all'Europeo? Ci sono anche Austria e Macedonia con noi, non ci sono avversari dal rendimento scontato nel calcio di oggi e sarà difficile affrontarle".

Shevchenko: "Donnarumma? Siamo tutti liberi di fare scelte"

Shevchenko ha parlato anche della società che lo ha fatto diventare grande, il Milan: "Hanno disputato un ottimo campionato, Pioli è stato fantastico nella gestione del gruppo. Ha fatto un gran finale di stagione e ha raggiunto tutti gli obiettivi: adesso deve operare sul mercato per preparare una grande Champions League. Donnarumma? Siamo tutti liberi di fare scelte, per me è giovane e può fare quello che vuole. Però la sua carriera è appena cominciata, ha fatto bene nel Milan ma è appena all'inizio. Una scelta potrebbe essere quella di restare e aggiungere risultati più importanti, come vincere il campionato e la Champions". Un'opzione ormai scartata dall'ex capitano del Milan, che invece potrà contare ancora su Ibrahimovic. "Ormai è diventato un uomo-spogliatoio anche in Nazionale, per me è stato determinante durante il campionato, anche se non ha giocato tante partite. Sicuramente fa crescere i giovani, è un campione diventato ancora più leader nella squadra. Allenare il Milan? Ora sono occupato con la nazionale, grazie anche all'aiuto di Tassotti con cui stiamo facendo un bellissimo progetto. Poi si vedrà, mi piacerebbe allenare una squadra di club. Sarebbe un altro step nella mia carriera".

Tuttosport

Abbonati all'edizione digitale di Tuttosport

Scegli l'abbonamento su misura per te

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...