Bonucci: "Allegri-Juve, scelta giusta. Infortunio? Tanta paura"

Le parole del difensore  in conferenza stampa: "Il fuoriclasse dell'Italia è il gruppo. Vogliamo arrivare in fondo"

Bonucci: "Allegri-Juve, scelta giusta. Infortunio? Tanta paura"© Getty Images

FIRENZE - "La voglia di arrivare in fondo alla competizione c'è, poi per riuscirvi serve un mix di cose ben precise. Abbiamo intrapreso una strada col ct Mancini e si è vista anche nell'ultima amichevole. Ci sono nazionali davanti a noi per esperienza e perché hanno vinto tutto, ma noi ci siamo, abbiamo voglia di lottare e il modo di giocare è in testa nei 26 che sono qui a Coverciano" sono le parole di Leonardo Bonucci in conferenza stampa al Centro tecnico di Coverciano. Il difensore della Nazionale ha dichiarato: "Giocare a Roma con l'apertura degli stadi ci darà una mano. Ce la metteremo tutta, poi vedremo dove arriveremo. La cosa che mi dà fiducia è l'entusiasmo che vedo nel gruppo".

Italia "in bici" verso Euro 2020, sotto lo "sguardo" di Gigi Riva
Guarda la gallery
Italia "in bici" verso Euro 2020, sotto lo "sguardo" di Gigi Riva

Italia, le parole di Bonucci

"Non abbiamo avuto modo di confrontarci con nazioni di alto livello ma in questo percorso abbiamo incontrato nazionali con un'idea di gioco ben precisa, dimostrando di saper imporre il nostro, di gioco. Questo e' un bel biglietto da visita per gli Europei. Ci saranno delle competizioni dove dovremmo saper soffrire ma abbiamo dimostrato di saperlo fare. Vedo entusiasmo, il mister ha fatto un grande lavoro, il presidente anche. Quando lunedì scorso ho varcato il cancello di Coverciano ho respirato un'aria positiva e questa ci deve accompagnare per tutte le competizioni. Agli Europei non arriviamo rilassati ma dobbiamo mantenere i piedi per terra. Le polemiche sono messe da parte e questo permette di lavorare più facilmente" ha spiegato Bonucci.

Bonucci su infotunio e Allegri

Sull'infortunio in Italia-Repubblica Ceca: "Ho avuto tantissima paura. In quel momento ho pensato al peggio perché il fastidio era molto forte. Per fortuna è passato presto anche se un po' di fastidio lo sento ancora pur se non sarà questo a tenermi fuori dalla competizione. Le notizie di mercato ci saranno sempre, ho visto i diretti interessati molto concentrati sull'obiettivo nazionale e sull'Europeo. E' ovvio che tutti vorrebbero arrivare in nazionale con le cose sistemate ma siamo dei professionisti, anche se giovani. Devo dire che la cosa non mi preoccupa e vedo l'applicazione e la serietà da parte di tutti". Poi, su Allegri alla Juve: "E' stata la scelta giusta. Una volta tolto l'incarico a Pirlo, è stato giusto scegliere un allenatore con grandissima esperienza, che conosce la Juventus e che ci aiuterà nella gestione e nell'arrivare negli obiettivi che un club come la Juventus si prefigge ogni anno".

Bonucci su Conte, Mancini e Kean

"Come motivatore carismatico, Conte è il migliore al mondo. Sopperiva a carenze tecniche che avevamo. Con Mancini abbiamo ritrovato entusiasmo, spensieratezza, talento. Sono due tecnici diversi, che hanno dimostrato di essere i numeri uno. Nel 2016 è stato un grande Europeo anche se si è concluso agli Europei, come ha detto Conte, auguro a Mancini di fare meglio ancora...." ha dichiarato Bonucci su Conte e Mancini. Infine, su Kean: "Sono scelte del mister. Qui non c'è mai stato nessuno fuori dal coro. Tutti si sono comportati in maniera egregia, credo sia stata una scelta tecnica. Nessuno in questo gruppo ha mai mancato rispetto a regole e persone. Forse per la prima volta non c'è stato nessuno che è andato fuori dalle righe. Conosco Kean da diversi anni, alterna momenti in cui sembra il migliore del mondo ad alcuni in cui vive il suo mondo ma per il resto, durante il ritiro sardo, è stato pronto a mettersi in gioco".

Sulla Turchia e su Demiral

Sulla Turchia e su Demiral: "Meritano rispetto. Hanno dimostrato, contro la Francia, di essere solidi, di saper quello che vogliono. Hanno talento, da Calhanoglu a Under, da Demiral a Yilmaz che ha portato il Lille a vincere la Ligue 1. Sono una squadra interessante, in crescita, ci sarà da fare un grande lavoro di squadra. Ho parlato con Hakan e Merih, li ho visti carichi: sono due amici, ci sentiamo spesso, abbiamo riso e parlato. Merih ha detto che non mi farà fare gol...".

“Sogno Azzurro” la docuserie sulla Nazionale in onda syu Rai 1
Guarda il video
“Sogno Azzurro” la docuserie sulla Nazionale in onda syu Rai 1

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...