Italia, Acerbi: "Ecco che scriviamo ogni giorno nella nostra chat"

Il difensore della Lazio, ad un mese dalla vittoria dell'Europeo, parla di quel successo e del rapporto con i compagni

Acerbi: 7© BARTOLETTI

ROMA - Un mese dalla vittoria dell'Italia all'Europeo. La festa continua, i ricordi riafforano e i giocatori di Mancini celebrano di nuovo quel trofeo incredibile. Come dimenticare la notte di Wembley e il percorso per arrivare a giocarsi quella finale contro l'Inghilterra. Francesco Acerbi, ai microfoni di Sky Sport, ha ricordato felice: “Contro l’Austria era importante portare a casa il risultato, mi sono trovato lì sugli sviluppi di un angolo, abbiamo recuperato palla e non c'era nessuno in mezzo. Sono rimasto lì e alla fine è andata anche bene. Sapevamo che con l'Austria fosse stata difficile perché era la prima partita ad eliminazione diretta, loro non avevano nulla da perdere”.

Acerbi e la forza del gruppo

“Siamo prima di tutto persone e vogliamo divertirci. L'ambiente di Coverciano ci ha fatto sentire a casa, eravamo felici e remavamo verso lo stesso obiettivo. Quando sei felice e non vedi l'ora di stare con i compagni e giocare con loro in partita viene tutto più semplice. Anche il tecnico ti chiede di essere te stesso e divertirti, il gruppo si divertiva in campo e fuori. Questo è stato il segreto. Un pensiero ai Mondiali? No perché è passato un mese e tra poco inizia il campionato. Oltre a noi la Spagna ha dei giovani veramente forti e negli anni a venire sarà una delle più forti in circolazione. In chat ogni giorno scriviamo che siamo i campioni. Oggi qualcuno ha scritto che è passato un mese dalla finale, io me lo sono già scordato, tra poco inizia il campionato". 

Acerbi inquadra la torta: "It's coming Rome"
Guarda il video
Acerbi inquadra la torta: "It's coming Rome"

Super Offerta sull'Edizione Digitale

Ripartono le coppe europee

Abbonati all'edizione digitale con un maxi-sconto del 56%!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...