Razzismo, Wijnaldum attacca: "Se succede qualcosa, esco dal campo"

"Penso che l'Uefa debba proteggerci e, nel caso, intervenire magari fermando la partita", le parole del centrocampista olandese

Razzismo, Wijnaldum attacca: "Se succede qualcosa, esco dal campo"© EPA

"Penso che l'Uefa debba proteggerci e, nel caso, intervenire magari fermando la partita. Questa responsabilità non deve competere ai giocatori. Comunque non scarto la possibilità di andarmene dal campo se domenica succederà qualcosa". Lo dice, dal ritiro dell'Olanda, Georgino Wijnaldum, in vista della sfida degli ottavi di finale di domenica a Budapest contro la Repubblica Ceca. Wijnaldum parla così perché richiesto di un commento sui versi di scimmia nei confronti di Mbappé nel corso di Ungheria-Francia. "Comunque spero che questo mio gesto non sia necessario", aggiunge l'olandese.

Wijnaldum: "Indosserò una fascia per la comunità Lgbt"

Wijnaldum parla poi della sua iniziativa, che aveva annunciato ieri via social, di mettersi al braccio domenica una fascia con la scritta "One Love" in appoggio alla causa della comunità Lgbt. "Utilizzerò quella fascia - spiega - perché noi della nazionale olandese vogliamo sottolineare che difendiamo ogni tipo di inclusione e siamo assolutamente contro qualsiasi forma di discriminazione ed esclusione. Con questo mio gesto, condiviso da tutti i compagni, vogliamo solidarizzare con tutti coloro che si sentono discriminati in ogni parte del mondo". Intanto, sempre dal ritiro della nazionale olandese, lo staff medico ha annunciato che è già finito l'Europeo dell'attaccante Luuk de Jong, che si era infortunato ad un ginocchio in allenamento e non potrà essere recuperabile prima della fine del torneo (11 luglio).

Abbonati a Tuttosport

Riparte la Serie A

Approfitta dell'offerta, leggi il tuo quotidiano a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...