Piqué, lo sfogo dopo Italia-Spagna: "Rigori? Una regola è ingiusta"

Il difensore centrale del Barcellona si scaglia contro la lotteria dal dischetto: "Vince sempre la squadra che tira per prima"

Piqué, lo sfogo dopo Italia-Spagna: "Rigori? Una regola è ingiusta"

Gerard Piqué, nonostante non sia stato convocato da Luis Enrique, ha fatto il tifo per la Spagna da casa. Il ct ha deciso di non includere nella spedizione uno dei monumenti del recente passato delle Furie Rosse dando spazio ai  più giovani Laporte, Pau Torres ed Eric Garcia. Gli iberici sono arrivati fino in semifinale perdendo contro l'Italia ai rigori e proprio sulla lotteria dal dischetto Piqué ha avuto da ridire da casa. Il difensore, infatti, ha puntato il dito contro un aspetto particolare ovvero quello che avvantaggia la squadra che tira per prima: "Non è un caso che nelle quattro sfide in cui si è andati ai rigori tra Euro 2020 e Copa America abbia vinto la squadra che ha tirato per prima. Le statistiche dicono che il primo ha più opzioni e non trovo giusto che in una competizione del genere un sorteggio ti faccia partire svantaggiato".

Rigori, lo studio che dà ragione a Piqué

In realtà un fondo di verità c'è ed è evidenziato da uno studio effettuato dall'American Economic Association che ha preso in esame le più importanti partite tra il 1970 ed il 2000 decise dal dischetto. Ebbene da questo studio è emerso che chi calcia per primo nel 60% dei casi poi vince. 

Silenzio in Spagna per la sconfitta? Ci pensa Cattelan
Guarda il video
Silenzio in Spagna per la sconfitta? Ci pensa Cattelan

Abbonati a Tuttosport

Riparte la Serie A

Approfitta dell'offerta, leggi il tuo quotidiano a soli 0.22 euro al giorno!

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti

Loading...