Di Lorenzo, Giuffredi in missione: blitz in Germania, si decide il futuro

Missione dell'agente dell'esterno a Dortmund: riunione in vista con il terzino dopo l’Euro-esordio della Nazionale.  Conte vuole tenerlo a ogni costo, la Juve osserva e aspetta

C’è sempre la Vecchia Signora dietro la decisione di Giovanni Di Lorenzo di lasciare il Napoli durante la sessione estiva di calciomercato, che aprirà ufficialmente i battenti il prossimo primo di luglio. La scelta del terzino toscano è stata ribadita a chiare lettere martedì pomeriggio, in un lungo summit all’Hotel Parker di Napoli, dal suo agente Mario Giuffredi sia al tecnico Antonio Conte sia al direttore sportivo Giovanni Manna. Un faccia a faccia che non ha prodotto, infatti, il dietrofront che speravano alle pendici del Vesuvio. A nulla sono valsi finora i tentativi dell’allenatore salentino nei confronti del capitano azzurro. DiLo sino a questo momento è rimasto irremovibile sulle proprie posizioni e ha chiesto di essere lasciato sereno da qui a luglio. Il motivo è semplice: vuole concentrarsi totalmente sull’Europeo da disputare con l’Italia.

Ci sarà tempo e modo di pensare alle dinamiche di mercato al termine della manifestazione. Anche perché il Campione d’Europa in carica aveva già svelato i suoi piani a Manna nell’ultima settimana di maggio. In quell’occasione nessuno dal Napoli aveva provato a dichiaralo incedibile e intoccabile, bensì la voglia di migrare altrove palesata da Di Lorenzo era stata incassata e in parte metabolizzata a patto di portare in dote una proposta importante per il club di appartenenza. Della serie: puoi partire, ma devi farci guadagnare una cifra importante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giuffredi è volato a Dortmund

Intanto il suo agente Mario Giuffredi ieri pomeriggio è sbarcato in Germania e oggi sarà a Dortmund per assistere alla gara tra Italia e Albania, alla quale parteciperanno ben 4 suoi assistiti. Oltre al terzino destro negli azzurri ci sono Mattia Zaccagni e Michael Folorunsho; mentre nella Shqipëria gioca Elseid Hysaj. Dopo l’esordio a Euro 2024 sarà l’occasione giusta per fare il punto con Di Lorenzo sulla strategia da adottare nei prossimi giorni. La sensazione è che i toni saranno più soft rispetto al muro contro muro, a suon dichiarazioni piccate e repliche velenose, delle scorse settimane. Soprattutto a questo è servito l’incontro tenutosi martedì, nel quale il clima tra le parti era estremamente cordiale seppur le visioni fossero antitetiche. Il Napoli, infatti, non intende mollare la presa e liberare il numero 2 della nazionale italiana a cuor leggero, anche se i dirigenti partenopei strizzano l’occhio a Federico Chiesa (nel mirino anche della Roma).
Occhio quindi a un possibile scambio tra i due giocatori, che stasera saranno protagonisti e compagni di squadra contro l’Albania. La Juve, però, vorrebbe un conguaglio di 20 milioni insieme al cartellino di Di Lorenzo per dare via il via libera alla partenza di Chiesa (valutato 40 milioni dal club bianconero) in direzione Castelvolturno. Lavori in corso. Senza fretta da parte di nessuno dei protagonisti, ma se ne riparlerà nel mese di luglio. Intanto - al di là delle smentite di circostanza - la Juve ha già pianificato per il terzino un contratto quadriennale con opzione per il quinto anno. Guarda caso la stessa durata che lega attualmente DiLo alla società partenopea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

C’è sempre la Vecchia Signora dietro la decisione di Giovanni Di Lorenzo di lasciare il Napoli durante la sessione estiva di calciomercato, che aprirà ufficialmente i battenti il prossimo primo di luglio. La scelta del terzino toscano è stata ribadita a chiare lettere martedì pomeriggio, in un lungo summit all’Hotel Parker di Napoli, dal suo agente Mario Giuffredi sia al tecnico Antonio Conte sia al direttore sportivo Giovanni Manna. Un faccia a faccia che non ha prodotto, infatti, il dietrofront che speravano alle pendici del Vesuvio. A nulla sono valsi finora i tentativi dell’allenatore salentino nei confronti del capitano azzurro. DiLo sino a questo momento è rimasto irremovibile sulle proprie posizioni e ha chiesto di essere lasciato sereno da qui a luglio. Il motivo è semplice: vuole concentrarsi totalmente sull’Europeo da disputare con l’Italia.

Ci sarà tempo e modo di pensare alle dinamiche di mercato al termine della manifestazione. Anche perché il Campione d’Europa in carica aveva già svelato i suoi piani a Manna nell’ultima settimana di maggio. In quell’occasione nessuno dal Napoli aveva provato a dichiaralo incedibile e intoccabile, bensì la voglia di migrare altrove palesata da Di Lorenzo era stata incassata e in parte metabolizzata a patto di portare in dote una proposta importante per il club di appartenenza. Della serie: puoi partire, ma devi farci guadagnare una cifra importante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Loading...
1
Di Lorenzo, Giuffredi in missione: blitz in Germania, si decide il futuro
2
Giuffredi è volato a Dortmund