Tuttosport.com

Roma-Feyenoord, assalto degli ultras olandesi al centro della città

L'invasione di hooligan del Feyenoord non ha risparmiato neanche i monumenti più celebri di Roma, come la Barcaccia. Gruppi di tifosi, dopo avere assediato piazza di Spagna, hanno cominciato a devastare ogni cosa: auto, motorini, cestini della spazzatura. Poi il lancio di oggetti e fumogeni contro i contingenti schieratitwitta

giovedì 19 febbraio 2015

TORINO - «Roma devastata e ferita. In contatto con Prefetto, Questore e Ambasciatore d'Olanda. Non finisce qui». Lo scrive su twitter il sindaco di Roma Ignazio Marino, dopo le devastazioni causate dai tifosi del Feyenoord in piazza di Spagna che fanno seguito a quelle di ieri sera a Campo dè Fiori.


PAURA TRA NEGOZIANTI
- Molti negozi sono stati costretti a chiudere nei momenti di tensione e le cariche tra i tifosi del Feyenoord e le forze dell'ordine in piazza di Spagna. «Abbiamo paura - ha detto un negoziante - è stata una guerriglia, qui manca la sicurezza». Dopo il passaggio dei tifosi olandesi la Barcaccia è piena di bottiglie di plastica, palloncini con i colori del Feyenoord, bandiere e anche sciarpe della squadra. Nella celebre fontana galleggia anche della frutta e residui di cibo. «Dopo avere usato la fontana come una pattumiera tanti tifosi hanno pensato bene di usare l'ingresso della metro di Piazza di Spagna come un orinatoio», lamentano dei negozianti.
IL BILANCIO DELLA GUERRIGLIA - È di 28 tifosi del Feyenoord arrestati, cinque olandesi contusi e 13 rappresentanti delle forze dell'ordine feriti il bilancio finale degli scontri pre partita di Europa League a Roma. Lo ha fatto sapere la Questura, illustrando il dispositivo di sicurezza messo in atto, e sottolineando che "l'intervento delle forze dell'ordine, immediato ed evidentemente necessario, ha dovuto tener conto sia del contesto urbano oltre che della presenza di cittadini e turisti". Evitata, comunque, una 'invasione' ancor più violenta. Per la sicurezza dei tifosi olandesi, la Questura di Roma spiega di aver "predisposto un piano di accoglienza che ha previsto un punto di raccolta nell'ormai tradizionale piazzale delle Canestre, da dove gli stessi avrebbero potuto raggiungere, in totale sicurezza e con navette gratuite, lo stadio Olimpico. In preparazione dell'evento, la Questura ha, inoltre, previsto un dettagliato piano di prevenzione nelle piazze più significative della Capitale nel timore, poi confermato, che gruppi di tifosi olandesi in stato di ebbrezza, nonostante le restrizioni sulla vendita degli alcolici, avrebbero potuto creare incidenti". "L'atteggiamento dei tifosi olandesi si è rivelato, sin da subito ed in maniera generalizzata, ostile nei confronti delle Forze di Polizia ed irrispettoso dei cittadini e dei luoghi della Capitale. Lo testimoniano i ripetuti interventi di polizia che si sono tenuti in scenari di degrado causato dall'abbandono di residui dell'alcool con veri e propri tappeti di bottiglie, talvolta lanciati verso le Forze dell'ordine. In piazza di Spagna , come anche le immagini documentano, i tifosi olandesi si sono radunati alla spicciolata in breve tempo; L'intervento delle forze dell'ordine, immediato ed evidentemente necessario, ha dovuto tener conto sia del contesto urbano oltre che della presenza di cittadini e turisti.L'azione delle forze di polizia ha altresì impedito che i violenti tifosi potessero invadere le strade del centro della capitale in corteo, così come avevano intenzione di fare. In totale, al momento, si registrano 28 arrestati tra la tifoseria olandese, 5 tifosi contusi, nonché 13 feriti tra le Forze dell'Ordine, 3 dei quali investiti dallo scoppio di potenti petardi. Si registrano, altresì, danneggiamenti ad arredi urbano nonché a varie auto in sosta ed ai mezzi delle Forze di Polizia". "Tale comportamento negativo è stato anche sottolineato, nella mattinata di oggi, con note ufficiali al Ministero dell'Interno olandese ed alla stessa UEFA conclude la nota della Questura - tramite la Federcalcio italiana".
 
ASSALTO A BARCACCIA - Prima della sfida di Europa League tra Roma e Feyenoord, non si ferma l'invasione di hooligan olandesi che non ha risparmiato neanche i monumenti più celebri di Roma, come la Barcaccia. La fontana di piazza di Spagna è stata letteralmente presa d'assalto dai tifosi che hanno circondato il bacino in marmo, di recente restaurato, accendendo anche fumogeni colorati. Ad accompagnare le scorribande cori da stadio cantati a squarciagola e soprattutto tanto alcol. Molti infatti i tifosi con in mano bottiglie di birra. Qualcuno ha sfoggiato anche bandiere del Feyenoord con la scritta "Europe Beware" ("Europa stai attenta", intesa come Europe League). Tra i tanti tifosi scalmanati anche qualche ragazza e addirittura famiglie ma molto defilate. A sorvegliare gli scalmanati tifosi agenti schierati sulla celebre scalinata di Piazza di Spagna.

FUMOGENI CONTRO AGENTI - Gli scontri si sono verificati in una piazza di Spagna letteralmente assediata dalla polizia. Gruppi di tifosi dopo avere assediato la piazza hanno cominciato a devastare ogni cosa: auto, motorini, cestini della spazzatura. Poi il lancio di oggetti e fumogeni contro i contingenti schierati. Il tutto tra passanti e turisti terrorizzati.
DALL'AMBASCIATA OLANDESE -
Si è trattato di un gruppo che potremmo definire "i Black block della tifoseria", che si sono "ubriacati in modo vergognoso ed hanno avuto un comportamento disdicevole", ma "la polizia italiana ha saputo gestire la situazione e noi ci fidiamo delle Autorità italiane". Così Aart Heering, l'addetto stampa dell'ambasciata olandese, che ha proseguito: "Non ci sono stati feriti, ma bloccare le tifoserie estreme non è semplice". La tifoseria 'sanà viene scortata nel viaggio verso Roma, "ma se poi c'è chi, pur non avendo il biglietto o essendo sottoposto al Daspo, prende la macchina e parte, è davvero difficile intercettarli". Si tratta, secondo l'Ambasciata, di 100-200 persone, che "la polizia italiana ha saputo tenere a bada". Heering ha aggiunto che stasera l'ambasciatore sarà allo stadio per seguire la partita e si è augurato che vada tutto bene. "Certo, purtroppo in mezzo ai tifosi c'è anche chi va allo stadio per battersi", ha ammesso Heering, assicurando che l'ambasciata dà tutta l'assistenza necessaria, "anche per evitare che quanto accaduto ieri possa ripetersi". Oggi i Black Bloc della tifoseria dovrebbero stare più calmi, secondo l'ambasciata, "perché non vogliono perdersi la partita". L'augurio, conclude Heering, è di poter vedere "una bella partita. E che vinca il migliore... con la speranza che sia il Feyenoord".

SENZA BIGLIETTO - Sarebbero circa 500 i tifosi olandesi arrivati nella capitale senza biglietto per la partita di stasera tra Roma e Feyenoord. Secondo quanto si è appreso, per aggirare i normali controlli sarebbero passati per il Belgio. Massima allerta per eventuali problemi che potrebbero verificarsi qualora i supporter stranieri volessero entrare all'Olimpico senza ticket.

ROMA BLINDATA - Presidiate dalle forze dell'ordine, fin da ieri notte, da piazza del Popolo alla scalinata di Spagna e tutte le vie limitrofe del centro storico di Roma. Secondo quanto si è appreso il piano di sicurezza prevede una divisione interna all'area dello Stadio e una esterna tra zona nord e zona sud. A quanto riferito i supporter olandesi avranno come punto di incontro piazza delle Canestre, dove verranno distribuiti i biglietti e portati in pullman fino all'Olimpico. Un altro punto vendita di biglietti sarà allestito in zona stadio per consentire a quei supporter olandesi che hanno raggiunto la capitale sprovvisti di ticket di poterlo acquistare prima dell'inizio della partita. Attesi per il match di stasera circa 6.000 tifosi della squadra ospite.

ALCOLICI VIETATI - Gruppi di tifosi olandesi ubriachi del Feyenoord sono stati notati nelle vie del centro storico di Roma. Le comitive, concentrate nei luoghi di attrazione della Capitale, come Fontana di Trevi, camminano intonando cori da stadio con buste piene di bottiglie di birra nonostante il divieto in vigore da ieri sera alle 20, di vendita e somministrazione di alcolici nei municipi I, II e XV. Il divieto, stabilito con un'ordinanza emessa dal prefetto di Roma, è valido fino alle 24 di stasera.


ADESIVO CHOC - La lupa di Roma decapitata e Romolo e Remo bebè uccisi sotto di lei, con un 'barbarò armato di spada accanto. È l'adesivo choc degli hooligans del Feyenoord pubblicato su un account Twitter mentre migliaia di tifosi della squadra olandese hanno invaso da ieri sera la capitale provocando risse e scontri con le forze di polizia in centro.

TIFOSI OLANDESI ARRESTATI - È di 33 tifosi olandesi fermati, di cui 23 arrestati, il bilancio complessivo dei disordini avvenuti nel centro di Roma alla vigilia della partita di Europa League tra Roma e Feyenoord in programma stasera. A quanto reso noto dalla Questura, 16 sono stati arrestati dalla Polizia e 7 dai Carabinieri. I sedici arrestati dalla Polizia hanno tra i 20 e i 28 anni e sono stati individuati come autori degli scontri avvenuti ieri sera nei pressi di Campo dè Fiori. Dovranno rispondere dei reati di resistenza, lesioni, rissa, violenza a pubblico ufficiale e porto di oggetti atti ad offendere. Sei gli agenti delle forze dell'ordine medicati al pronto soccorso per ferite e contusioni riportate durante i disordini. Gli altri sette tifosi della squadra olandese sono stati arrestati dai Carabinieri per una rissa avvenuta nella notte nei pressi di Via del Corso. Per tutti - rende noto la Questura - ci sarà il processo per direttissima.

NUOVI ARRIVI - Altri circa 600 tifosi del Feyenoord sono sbarcati questa mattina all'aeroporto di Fiumicino con tre voli charter da Amsterdam atterrati tra le 10.30 e le 11. Quasi tutti con le sciarpe biancorosse al collo, i tifosi sono stati scortati dall'area arrivi sino ai pullman all'esterno del terminal 3 da un nutrito dispiegamento di agenti di polizia, in divisa ed in borghese, e di carabinieri. I tifosi, all'uscita, non hanno mancato di scandire cori inneggianti alla loro squadra che stasera affronterà la Roma all'Olimpico nel match d'andata dei 16/mi di finale di Europa League. Altri tifosi del Feyenoord stanno sbarcando in queste ore alla spicciolata con altri voli. Diversi tifosi olandesi si sono resi protagonisti ieri notte di scontri e risse nel centro storico della Capitale.

Tutte le notizie di Roma

Approfondimenti

Commenti