Tuttosport.com

© LaPresse

Europa League: Fiorentina ko, il Siviglia vola in finale contro il Dnipro

Seconda sconfitta per gli uomini di Montella, dopo il 3-0 dell'andata, che perdono 2-0 all'Artemio Franchi grazie ai gol di Bacca e Carriçotwitta

giovedì 14 maggio 2015

TORINO – La Fiorentina saluta l’Europa League. La squadra di Montella, dopo la dura sconfitta dell’andata per 3-0 in casa del Siviglia, cade per 2-0 sotto i colpi degli andalusi nella semifinale di ritorno, giocata allo stadio Artemio Franchi. A decidere il match, risolto già nel primo tempo, sono i gol di Bacca e Carriço, ai quali si aggiunge un rigore sbagliato da Ilicic. Il Siviglia, che raggiunge la sua seconda finale di Europa League consecutiva, se la vedrà, il 27 maggio a Varsavia, contro il Dnipro. Gli ucraini, alla loro prima finale europea, hanno eliminato il Napoli.

DOPPIO VANTAGGIO SPAGNOLO - Bocciato Gomez. Montella sceglie a sorpresa Ilicic nel ruolo di punta centrale insieme a Salah. A centrocampo iniziano Pizarro e Borja Valero. Il cileno si rende subito pericoloso dopo appena dieci minuti con una conclusione da 25 metri che trova una deviazione avversaria: il pallone si impenna e termina di poco a lato del palo dando l'illusione del gol ai tifosi. La sfortuna per la Fiorentina arriva al 13' quando Basanta è costretto a lasciare temporaneamente il campo per alcuni problemi al capo dopo essere stato colpito involontariamente da Bacca in un contrasto di gioco aereo. I padroni di casa non si fanno intimorire ed al 16' si rendono protagonisti con Gonzalo Rodriguez ma il portiere del Siviglia, Rico, compie un vero miracolo. Incornata del difensore viola da due passi su azione da corner, il portiere spagnolo si supera alzando il pallone sulla traversa. La squadra di Montella sembra essere partita con il piede giusto, ma il calcio è strano e il Siviglia prima, al 21', si porta in vantaggio con Bacca, che approfitta di una grossa indecisione della retroguardia viola ed insacca alle spalle di Neto, e dopo, al 27' raddoppia con Carriço: Coke serve dalla destra un pallone per il solissimo difensore che a porta vuota non sbaglia. La gara si mette male per i viola, che, rassegnati all'eliminazione, vanno in avanti più con il cuore e la rabbia che con la qualità. Il primo tempo si conclude con il doppio vantaggio spagnolo.

RASSEGNAZIONE VIOLA - E' complicato per la squadra di Montella ribaltare il risultato, nel secondo tempo ci pensa pure Ilicic che spara alle stelle un calcio rigore concesso dall’arbitro per un fallo di Krychowiak su Pizarro. I tifosi fiorentini, forse per il nervosismo, la prendono a ridere, facendo partire anche un’esultanza. I ritmi della ripresa sono bassissimi, la consapevolezza dell'addio all'Europa League è sempre più certa. Infatti, il match si spegne senza grandi occasioni da gol. Termina come nella prima frazione di gara: 2-0 per gli spagnoli.

CONTINUA L’ATTESA – Sfuma, quindi, il sogno europeo della Fiorentina, che insegue una finale europea da ben 25 anni. L’ultima risale alla stagione 1989/1990, quando i viola hanno perso la Coppa Uefa contro la Juventus (3-1 all’andata e 0-0 al ritorno). Per il Siviglia, invece, si tratta della 4ª finale di Europa League. I lusitani hanno dimostrato un ottimo feeling con la questa coppa, vincendo sempre il trofeo nelle tre precedenti finali (2005/2006, 2006/2007 e 2013/2014). In caso di vittoria a Varsavia, inoltre, la squadra di Unai Emery può diventare quella con più vittorie nella competizione con 4 trionfi, contro i 3 di Liverpool, Inter e Juventus.

Filippo Testini 
Seguimi su Twitter: @filippotestini
Seguimi su Facebook: FilippoTestini

FIORENTINA-SIVIGLIA 0-2: TABELLINO E STATISTICHE

Tutte le notizie di Fiorentina

Approfondimenti

Commenti