Tuttosport.com

Europa League, Sassuolo-Rapid Vienna 2-2: Di Francesco beffato al 90' 
© ANSA

Europa League, Sassuolo-Rapid Vienna 2-2: Di Francesco beffato al 90' 

La squadra di Di Francesco subisce la rimonta negli ultimi 4 minuti dagli austriaci con Jelic e Kvilitaia. Ora è all'ultimo posto nel girone F con 5 punti, dietro ad Athletic Bilbao e Genktwitta

giovedì 3 novembre 2016

REGGIO EMILIA - Dal sogno alla beffa in cinque minuti. Il Sassuolo si fa rimontare di due gol dal Rapid Vienna e chiude in pareggio la quarta giornata di Europa League al Mapei Stadium. Ora la squadra di Di Francesco è ultima nel girone F con 5 punti insieme proprio agli austriaci, dietro ad Athletic Bilbao e Genk, sue prossime avversarie. Erano stati Defrel e Ragusa a illudere gli emiliani al 34' e al 48' ma Jelic e Kvilitaia firmano la rimonta sul finale. Tanto il rammarico per la squadra italiana dopo una bella partita a Reggio Emilia, con un'atmosfera di vicinanza tra le due tifoserie: quella austriaca mostra uno striscione con un messaggio di vicinanza alle popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto.

LO STRISCIONE PER I TERREMOTATI - FOTO

NEROVERDI IN EMERGENZA - Infermeria piena in casa neroverde ma Di Francesco non cerca scuse: sceglie il 3-5-2 con Matri e Defrel in attacco. Buskens risponde con un 4-2-3-1 e Joelinton davanti. L'inizio di partita illude subito i padroni di casa. L'arbitro inglese Pawson annulla al 3' un gol a Matri, dopo un palo colpito da Defrel, che però aveva commesso fallo. La squadra di Di Francesco è molto cauta nei primi minuti di gioco e rischia al 12' con una gran palla di Traustason che serve Joelinton sul secondo palo: il suo colpo di testa sfiora la porta. I neroverdi prendono coraggio e Defrel è l'uomo in più. Al 26' l'arbitro gli nega un rigore nonostante un intervento avversario al limite e lui si vendica al 34', su tocco di Biondini, battendo Strebinger in uscita. E' il gol che regalo il vantaggio e tanta fiducia agli emiliani che prendono le redini del gioco.

ILLUSIONE SASSUOLO - Al 48' esplode la festa con il raddoppio della squadra italiana: la punizione dal limite dell'area di Pellegrini sbatte su Ragusa in barriera che spiazza il portiere. Nella ripresa è ancora la punizione del centrocampista del Sassuolo a essere pericolosa: Strebinger fa un miracolo sulla ribattuta di Adjapong.

LA BEFFA FINALE - I padroni di casa soffrono sul finale e buttano via clamorosamente la vittoria in cinque minuti: all'86' Jelic accorcia le distanze in mischia sugli sviluppi di un calcio di punizione, Kvilitaia firma la beffa conclusiva al 90'.

SASSUOLO-RAPID VIENNA 2-1, TABELLINO E STATISTICHE

Tags: Europa LeagueSassuolo-Rapid ViennaSassuolo

Tutte le notizie di Europa League

Approfondimenti

Commenti