Golden Boy, terzo turno: ecco i 60 calciatori ancora in gara

Nuovo step, dai 100 candidati iniziali si passa a 60: votazioni aperte, scegli il tuo preferito

Terza tappa del Golden Boy 2020. Oggi, Ferragosto, cioè il 15 del mese, procediamo a una nuova tornata di tagli: si passa come da regolamento da 80 a 60 candidati alla conquista del nostro trofeo internazionale (18ª edizione) riservato al miglior Under 21 dell’anno. Chi sarà l’erede del portoghese João Félix, “ragazzo d’oro” del 2019? Per questa edizione sono in lizza i calciatori di qualsiasi nazionalità (purché tesserati per un club europeo della massima divisione) nati a partire dal 1° gennaio 2000. I cosiddetti “millennials”. L’elenco dei nominati (siamo partiti il 15 giugno con i primi 100 selezionati) verrà via via ridotto di 20 unità ogni metà dei mesi successivi fino a giungere in data 15 ottobre al numero di 20 finalisti, da cui scaturirà il trionfatore che sarà premiato nel corso di una serata di gala a fine autunno.

STEP60 - Clicca qui per votare il tuo Golden Boy 2020

LA DUPLICE GIURIA DEL TROFEO
Quella di quest’anno è un’edizione debordante di talenti. A votarli, la nostra giuria internazionale. Autorevole e prestigiosa. Influente e stimata. Votano 40 giornalisti (8 italiani) in rappresentanza delle più qualificate testate del Vecchio Continente. Segnatamente gli specialisti di calcio estero o i redattori più importanti. Quelli che viaggiano molto e vedono dal vivo centinaia di partite all’anno. Dal francese “L’Équipe” allo spagnolo “Marca”, dalla tedesca “Bild” all’inglese “Times”, dal portoghese “A Bola” all’olandese “De Telegraaf”, dal russo “Sport-Express” al turco “Fanatik” e via dicendo. Insieme a loro anche le notabili preferenze dei Direttori dei tre quotidiani sportivi italiani (Tuttosport, Corriere dello Sport-Stadio e La Gazzetta dello Sport) più i loro colleghi di ruolo delle principali tv nostrane (Rai, Mediaset, Sky, LA7 e Dazn). I loro insindacabili giudizi saranno in ogni caso “orientati”, indirizzati e in qualche modo influenzati da quelli dei nostri affezionati lettori che, a loro volta, partecipano al sondaggio online su tuttosport.com votando, segnalando e suggerendo alla giuria giornalistica il nome del prossimo Golden Boy. Perché, parallelamente, ci sarà anche l’elezione e la premiazione del “Web Golden Boy”, il giovane talento più “cliccato” sul nostro sito.

OLTRE 100.000 VOTI SUL SITO
Dopo i primi due mesi di sondaggio online, i numeri sono da record. Sensazionali. Altissimi. Oltre 108.000 voti fra il primo “step 100” (70.839 segnalazioni) e il secondo “step 80” (38.000). Insomma, stiamo viaggiando trionfalmente verso quota 120.000 quando mancano ancora due mesi alla chiusura delle votazioni. Ricordiamo che collegandosi semplicemente qui chiunque può esprimere la propria preferenza sul talento Under 21 del calcio europeo che sta brillando di più in questo 2020. Anche stavolta verranno azzerati tutti i voti precedenti sul sondaggio online. Come a metà luglio. Ogni mese si ricomincia da capo per una nuova sfida a colpi di clic. Vedremo se i nostri internauti che ci seguono da tutto il mondo confermeranno o meno le preferenze accordate nella prima tornata di voti del “Golden Boy 100” o nella seconda fase “Golden Boy 80”. Due “step” che hanno fatto registrare grandi sorprese. Nella votazione chiusasi un mese esatto fa, il “vincitore di tappa” era stato l’ispano-venezuelano Alejandro Marqués della Juventus. Il bomber strappato al settore giovanile del Barcellona (in possesso di doppio passaporto) aveva ottenuto oltre 6.500 “suffragi” su 70.000 pari al 9% dei voti, la maggior parte dei quali giunti da Caracas (sua città natale) e dintorni... Al secondo posto il portoghese Eduardo Quaresma dello Sporting Lisbona, staccato di circa 400 preferenze.

HAKIM, SORPRESA DALLA MALESIA
In questa seconda tornata “elettorale” il più gettonato è risultato invece il diciottenne malesiano Luqman Hakim del Kortrijk, club del massimo campionato belga: il guizzante attaccante asiatico ha messo tutti in fila ottenendo il 20% dei voti (7.500 su circa 38.000). È sbarcato la settimana scorsa in Belgio alla corte del suo illustre connazionale Vincent Tan, proprietario del sodalizio biancorosso allenato dall’ex centrocampista fiammingo Vanderhaeghe. Anche in questo caso la stragrande maggioranza delle preferenze proviene da Kuala Lumpur, Petaling Jaya, Shah Alam, Kota Kinabalu e zone limitrofe. La terra del mitico Sandokan e dei suoi fedeli tigrotti... Per il 2° posto lotta all’ultimo “clic” fra il lusitano Quaresma e l’ucraino Tsitaishvili della Dynamo Kiev (entrambi al 9%) mentre lo juventino Marqués, complice la scarsa fiducia riposta in lui dall’ex tecnico dell’Under 23 bianconera Fabio Pecchia, è sceso sensibilmente nella graduatoria dei preferiti: poco più di un migliaio di voti corrispondente al 3%.

TAGLI, AGGIORNAMENTI, RIENTRI
Come per il primo listone di 100 giocatori, anche l’elenco dei precedenti 80 “superstiti” non solo è stato “sfrondato” di 20 unità, ma contestualmente anche aggiornato in base ai movimenti di mercato dei club europei. Inoltre viene inoltre integrato da quei “Ragazzi d’Oro” che, prima fuori lista, brillano in questa stagione che ormai volge al termine (restano le ultime gare di Champions ed Europa League) e soprattutto in quella nuova che ricomincerà a settembre. Come sempre sarà importantissima, anzi fondamentale, la visibilità internazionale dei candidati: segnare, fornire assist, “imbavagliare” un avversario di fama, salvare gol compiendo super parate, avrà una valenza esponenziale se “sciorinato” in occasione di partite di Champions League, di Europa League o di quelle imminenti delle Rappresentative Nazionali perché il tutto verrà “televisto” in mondovisione. I giurati entreranno in campo soltanto dopo la pubblicazione della “shortlist” finale (appunto 20 nomi) di metà ottobre. La lotta per la conquista del Golden Boy “Absolute Best” dovrebbe al momento riguardare 5 protagonisti: Erling Braut Håland e Jadon Sancho del Borussia Dortmund (quest’ultimo è stato a un passo dal trasferimento al Manchester United), Ansu Fati del Barcellona, Alphonso Davies del Bayern e Vinícius Júnior del Real Madrid. Con Foden possibile outsider se il City dovesse conquistare la Champions League. Tonali, sceso in B col Brescia, esce per ora dalla lista dei candidati in attesa di rientrarvi qualora venisse acquistato da un club della massima serie (Inter?). Scarse le chances per il neo-juventino Dejan Kulusevski: paga l’annata semi-anonima col Parma, squadra minore. Ma se il suo inizio di stagione con i 9 volte campioni d’Italia consecutivi sarà scoppiettante, soprattutto in Champions, potrà salire alla ribalta e magari “sedurre” i nostri giurati.

STEP60 - Clicca qui per votare il tuo Golden Boy 2020

Commenti