Tuttosport.com

Conte amaro: «Tanto se non vinco è un fallimento»

Il Ct azzurro sul rinnovamento della Nazionale: «Tanti discorsi sulla situazione del nostro calcio, ma poi si dimenticano »twitta

mercoledì 2 settembre 2015

FIRENZE - Antonio Conte prepara un'Italia inedita per la sfida di domani con Malta, per le qualificazioni a Euro 2016: "Chi lo ha detto che giocano insieme?", ha replicato il ct azzurro, ma con un sorriso esplicito. "Verratti sta migliorando, diventa un giocatore completo: recupera palloni, dà intensità, sta maturando. E non lo vedo centrale davanti alla difesa, secondo me la sua posizione ideale è proprio quello, interno di centrocampo". 

Impossibile non parlar di Mario Balotelli: "Mister, che speranze ha Balotelli di tornare in nazionale?", il neo-milanista, rientrato in Serie A, è sempre al centro dell'attenzione. Così Antonio Conte ha dovuto di nuovo aprire il capitolo SuperMario: "Balotelli? Non lo so, dipende tutto da lui". È realista ed amaro Antonio Conte, alla ripresa della stagione azzurra: "Poche chiacchiere: sappiamo benissimo che dalla nazionale ci si aspetta sempre la vittoria. Si fanno tanti discorsi, sulla situazione del calcio italiano, poi ogni mancata vittoria è un fallimento. E quei discorsi si dimenticano. E i tre punti sono preziosissimi per una qualificazione a Euro 2016 che nessuno ha ancora raggiunto".

Tags: ItalianazionalepirloVerrattiConte

Tutte le notizie di Italia

Approfondimenti

Commenti