Tuttosport.com

Italia-Olanda 1-1: Aké risponde a Zaza, rosso per Criscito
© Getty Images
0

Italia-Olanda 1-1: Aké risponde a Zaza, rosso per Criscito

Finisce in parità la terza amichevole degli azzurri di Mancini giocata all'Allianz Stadium di Torino. Balotelli resta in panchina, in tribuna c'è anche Conte

lunedì 4 giugno 2018

TORINO - All'Allianz Stadium, pieno solo a metà e sotto la pioggia, va in scena un'amichevole tra due squadre che devono ricostruirsi dopo la delusione della mancata qualificazione ai Mondiali. Nel tempio dei campioni d'Italia Mancini accarezza la vittoria fino all'88', quando l'Italia viene beffata dalla zuccata vincente di Aké. Così il ct deve accontentarsi di un pareggio, chiudendo questo trittico in perfetto equilibrio: 1 vittoria con l'Arabia Saudita, 1 sconfitta con la Francia e 1 pari con l'Olanda. L'appuntamento adesso è a settembre, quando si inizierà a fare sul serio con le qualificazioni agli Europei. Non è una partita entusiasmante, giocata a ritmi bassi e con tanti errori da una parte e dall'altra. In tribuna c'è anche Conte, mentre Balotelli guarda il match dalla panchina. 

NUOVA ITALIA - Mancini resta fedele al 4-3-3, anche se cambia praticamente tutta la squadra rispetto alla sfida con la Francia, tranne il fedelissimo Jorginho, unico presente in tutte e tre le amichevoli. L'Olanda si limita a otto cambi, tra cui il romanista Strootman. Poteva essere la serata di Buffon a Torino, ma lui il suo addio alla Nazionale già lo ha dato e non ha bisogno di ulteriori passerelle. Spazio ai giovani allora, perché Mancini ha utilizzato questi tre test per vedere i giocatori nuovi. Il più esperto della squadra scesa in campo all'Allianz Stadium è Insigne, numero 10 e fascia da capitano con 26 presenze in azzurro. Per l'attaccante del Napoli si temevano i fischi nello stadio "nemico" ma non sono arrivati.

IL GALLO SPRECA - E proprio dai piedi di Insigne sono arrivate le giocate più interessanti nel primo tempo, in cui si sono visti solo gli azzurri. I ritmi sono molto bassi, da fine stagione, ma l'Italia almeno prova a fare qualcosa e nei primi 45' sciupa un paio di occasioni importanti, oltre al gol di Belotti al 4' annullato giustamente per fuorigioco. Al 32' ancora il Gallo, lanciato a rete da Insigne con un bel filtrante spara addosso al portiere e si dispera. Al 42' altra grande chance per Verdi, deviata in angolo.  

ZAZA GOL, ROSSO CRISCITO - In avvio di ripresa l'Olanda prova a dare qualche segnale di vita e crea un paio di situazioni pericolose, ma nulla di clamoroso. Mancini mette dentro De Sciglio, Chiesa e Zaza. Proprio dai nuovi entrati al 67', nasce il gol dell'1-0: lancio in verticale di De Sciglio, cross di Chiesa e scivolata vincente (con un pizzico di fortuna) di Zaza. L'Italia però si distrae subito: un minuto dopo il vantaggio, Criscito butta giù Babel lanciato a rete e si prende il rosso diretto. Mancini inserisce subito Bonucci al posto di Insigne, e l'ex della Juventus entra tra i fischi dello Stadium. L'Olanda in superiorità numerica prova a raggiungere il pareggio. All'80' Perin è bravo in tuffo a deviare su sinistro a giro di Berghuis. L'Italia risponde all'85' con Chiesa, che entra in area e calcia in diagonale trovando però il piede di Cillessen. Mancini comunque è soddisfatto, e applaude. All'88' però l'Olanda trova il pareggio con Aké, che può staccare di testa tutto solo in area e batte Perin. Un minuto dopo, ancora Aké sfiora addirittura il raddoppio: sarebbe stata una beffa troppo grande. 

Tabellino e statistiche

Commenti

Potrebbero interessarti