La nazionale all'Ospedale Bambino Gesù: "Esperienza indimenticabile"

Il ct azzurro Mancini, emozionato, guida la squadra in visita tra i piccoli meno fortunati a Roma: "Sono loro a insegnarci a lottare sempre"

© Getty Images

ROMA –Queste esperienze sono sempre indimenticabili, forse sono le più belle che si possano fare. Sicuramente è una giornata straordinaria, e alla fine mi resta la gioia di questi bambini che nonostante tutto sono qui felici”. Così il commissario tecnico della nazionale italiana, Roberto Mancini, al termine della visita della squadra azzurra all'ospedale pediatrico romano Bambino Gesù. “Quando vedi un bambino malato ti domandi il perché, ma purtroppo questa è la vita. E loro insegnano a noi che non bisogna fermarsi mai, si lotta sempre” aggiunge Mancini sottolineando che iniziative come quella odierna rappresentano un dovere per gli azzurri: “La nazionale deve essere questo perché è di tutti gli italiani, di tutti i tifosi di calcio e di tutti gli sportivi, e soprattutto dei bambini”.

Nazionale, che festa con i piccoli pazienti!
Guarda il video
Nazionale, che festa con i piccoli pazienti!

Anche Gravina al Bambino Gesù

Un pensiero di Mancini è condiviso anche dal presidente della Figc, Gabriele Gravina, secondo cui la testimonianza d'affetto ricevuta al Bambino Gesù “aiuta a crescere e fa capire al nostro mondo quanto sia importante la dimensione del calcio che riesce a dare un sorriso anche in un momento così difficile per questi piccoli. Abbiamo ricevuto tanta energia da questi splendidi bambini”.

La Nazionale al Bambin Gesù: foto e autografi per El Shaarawy
Guarda il video
La Nazionale al Bambin Gesù: foto e autografi per El Shaarawy

Commenti