Under 21, Nicolato elogia Miretti: "Tecnicamente è molto bravo"

Il tecnico degli azzurrini esalta il centrocampista bianconero: "Nel primo controllo ha la qualità migliore: è sempre pulito e orientato allo sviluppo dell'azione"
Under 21, Nicolato elogia Miretti: "Tecnicamente è molto bravo"© Marco Canoniero

CASTEL DI SANGRO - "E' un giocatore tecnicamente molto bravo, è una mezzala offensiva ma nel reparto di centrocampo può fare qualsiasi ruolo. Nel primo controllo ha la qualità migliore. E' sempre pulito e orientato allo sviluppo dell'azione. Deve migliorare, com'è normale che sia, in alcuni aspetti del gioco". Queste le parole di elogio di Paolo Nicolato, allenatore della Nazionale Under 21, per il talento juventino Fabio Miretti alla vigilia dell'amichevole contro l'Inghilterra. "Consiglio ai giovani e agli allenatori l'esperienza all'estero. Viviamo in un mondo aperto ed è necessario aprirsi ad esperienze diverse. Tutti i ragazzi sono andati in club di buon livello", ha poi aggiunto parlando dei trasferimenti dei recenti trasferimenti di Lucca all'Ajax e di Viti al Nizza.

Juve, bianconeri nazionali: in 14 in giro per il mondo
Guarda la gallery
Juve, bianconeri nazionali: in 14 in giro per il mondo

Nicolato: "Contro l'Inghilterra non sarà un'amichevole"

Nicolato ha successivamente parlato dell'importanza della sfida di domani contro l'Inghilterra: "Affrontiamo una squadra che lavora bene, molto ben strutturata, di palleggio, forte, quella che volevamo. Ci metterà in difficoltà. E' una partita che non considero amichevole, ci sono tappe di avvicinamento e questo è il tipo di partita che ci permette di capire con chi viaggiamo e di chi ci dobbiamo fidare. Queste sono le partite che i mezzi giocatori sbagliano per l'atteggiamento. Per me conta tutto, alla fine del viaggio raccogliamo quel che si è seminato. Non dovremmo avere problematiche particolari - spiega -. Siamo riusciti a portare 27 giocatori in condizione di essere scelti. Spero che la squadra scenda in campo con l'intento di dominare la partita e di proporre il proprio gioco", ha detto. Fondamentale però, a quanto dice il tecnico, sarà la continuità che i suoi giocatori dovranno dimostrare in campo: "La gara non è sostituibile dall'allenamento. I giocatori che stanno giocando con continuità sono più in fiducia rispetto a chi fatica a trovare spazio. La partita rimane l'aspetto che fa crescere di più".

Miretti: "Nedved era il mio idolo, ora è De Bruyne"
Guarda il video
Miretti: "Nedved era il mio idolo, ora è De Bruyne"

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...