Mughini-Auriemma, lite furiosa in diretta tv per Maradona

Botta e risposta nel salotto di Tiki Taka: “Da Giampiero delle frasi che provocano il disgusto in chi le ascolta, anche in guerra si rende onore al nemico caduto”

Mughini-Auriemma, lite furiosa in diretta tv per Maradona

Furiosa lite in diretta tv tra Giampiero Mughini e Raffaele Auriemma nel salotto di Tiki Taka. Il motivo della lite è da ricondurre alle parole che il tifoso juventino aveva pronunciato su Maradona dopo la notizia della morte: “Era sfatto, frantumato, disperato da anni. Le ultime immagini sono raccapriccianti dal punto di vista umano e lo dico con commozione. Ma era un essere sfatto per le sue abitudini e ora lo facciamo diventare un santo, ma no”.

L'emozione di Ferrara parlando di Maradona
Guarda il video
L'emozione di Ferrara parlando di Maradona

Cosa ha detto Auriemma

Sono frasi che provocano il disgusto in chi le ascolta. Sono offese rivolte senza pudore quando la salma di Maradona era ancora calda - ha attaccato Auriemma - Mughini, io non ti chiedo le scuse perché so che non ne saresti capace, ma almeno potresti tacere. Non sei stato in grado di rispettare il più grande calciatore della storia nemmeno dopo la morte. Anche in guerra si rende onore al nemico caduto, tu hai gettato veleno su un evento luttuoso, hai dato la sensazione che non vedevi l’ora di accanirti come un avvoltoio sul suo cadavere sfatto. Non ti sei limitato a esprimere un giudizio sul valore della persona, anzi ti sei accanito ulteriormente nei confronti di Napoli e dei napoletani che sui social o quando ti incontrano per strada ti apostrofano per come meriti. Non porti rispetto per la storia di questa città”.

Maradona, Bombonera da brividi: l'omaggio del Boca sotto gli occhi di Dalma
Guarda la gallery
Maradona, Bombonera da brividi: l'omaggio del Boca sotto gli occhi di Dalma

Cosa ha detto Mughini

Mi spiace che qualcuno pensi che io possa mancare di rispetto alla città di Totò, De Filippo e Pino Daniele - ha replicato Mughini - Quelle parole non beatificanti le ho pronunciate in un contesto in cui tutti assieme dicevano che Maradona poteva permettersi tutto, che ogni cosa sua era un provocazione. Come il gol fatto con la mano. No, il gol fatto con la mano è una porcata e il gol successivo è una meraviglia. In questo contesto io mi sono limitato a dire che la vita di quest’uomo non è stata un capolavoro”.

Abbonati a Tuttosport

L'edizione digitale del giornale, sempre con te

Ovunque ti trovi, tutte le informazioni su: partite, storie, approfondimenti, interviste, commenti, rubriche, classifiche, tabellini, formazioni, anteprime.

Sempre con te, come vuoi

Edizione digitale
Edizione digitale

Commenti