Wenger punge l'Italia: "È fuori dai Mondiali perché i club non lavorano bene"

L'ex tecnico dell'Arsenal parla della mancata qualificazione in Qatar degli azzurri e manda una frecciata alle squadre della Serie A

DOHA (Qatar) - Il responsabile dello sviluppo mondiale del calcio dalla Fifa, Arsene Wenger ha fatto un'analisi alla vigilia della partenza della Coppa del Mondo in Qatar. L'ex tecnico dell'Arsenal si è concentrato sulla competitività della nazionali presente all'edizione 2022 e ha fatto un riferimento al calcio italiano e alla Nazionale di Roberto Mancini, grande assente della rassegna internazionale. Queste le parole di Wenger: "Le Nazionali di oggi sono ancora una conseguenza del lavoro dei club di quel Paese. Per il modo in cui fanno crescere i propri calciatori. Le differenze tra le varie nazionali si sono ridotte enormemente nei Paesi in cui si lavora bene. In Europa in modo particolare. Vorrei ricordarvi che l'Italia è Campione d'Europa e l'anno dopo non si qualifica ai Mondiali. Questo siginifica che il divario tra le nazionali si è ridotto notevolmente". Frecciata alle squadre di Serie A da parte dell'ex allenatore francese, allo sviluppo del movimento calcistico nel nostro Paese come motivo della mancata qualificazione in Qatar degli azzurri.

Iscriviti al Fantacampionato Tuttosport League e vinci fantastici premi!

Abbonati a TuttoSport

Scegli fra le nostre proposte Plus e Full e leggi su tutti i dispositivi con un unico abbonamento.

Ora in offerta.

A partire da 2,99

0,99 /mese

Abbonati ora

Commenti

Loading...